#fioridivenerdì- – – – – il bracciale fiorito

Un vero successo!!! 20160422_il_bracciale_fiorito (7)Settimana scorsa e precisamente sabato 16 aprile sono stata a Milano a Flora et Decora per due dimostrazioni floreali.
In una – quella del mattino – ho realizzato il centrotavola di muschio e garofano, potete vederne uno simile qui, e in quella del pomeriggio i bracciali di fiori freschi.

Il corsage per il polso è piaciuto molto!
Onestamente non pensavo, credevo lo si ritenesse troppo cerimonioso, ed invece – con mia gioia -, tante persone erano attorno al mio tavolo curiose di imparare a realizzarlo. Infatti, tutti quelli che ho realizzato durante la dimostrazione, li ho regalati: a due ragazzine carine e desiderose di essere più belle, alle signore milanesi, sempre molto chic, alle amiche che sono venute a trovarmi.

Ne facciamo uno insieme anche noi?
E’ facile è quasi come realizzare la coroncina. Seguite le istruzioni qui

20160422_il_bracciale_fiorito (1)Possiamo indossarlo per un evento speciale, formale ma anche informale, e renderlo smart come vuole la moda. Benissimo per un cocktail, per l’incontro galante, molto chic per un chic -nic o pic chic.Oppure per visitare le mostre di piante e fiori.20160422_il_bracciale_fiorito (6)

Annunci

fare la maschera di carnevale con le foglie

Un invito arrivato quasi all’ultimo momento diceva:
“domani sera vi aspettiamo, non occorre il costume ma solo un accessorio per festeggiare il carnevale!”

Ho pensato e ripensato a come essere carnascialesca senza snaturarmi (?) e poi l’ispirazione mi è venuta dal web, un’amica aveva indossato una bellissima maschera fai da te!20160207_maschera_di_foglie_2Al supermercato ho acquistato due maschere nere in vellutino e in giardino -sotto l’acqua- ho recuperato il materiale da: Magnolia grandiflora, Nandina domestica, AucubaErica arborea, Rincospermum, foglie e fiori di Ciclamino, Muehlenbeckia, rami di Chinomanthus e Hamamelis

20160207_maschera_di_foglieHo iniziato a coprire la maschera con le foglie più grandi e poi ho continuato con quelle più piccole. A darmi una mano la pinzatrice.
Ho rifinito il tutto con rami e boccioli che invece ho attaccato con dei punti di colla a caldo.

Un abito nero e siamo pronti per andare alla festa ….! Fotografati all’arrivo come in una Vera Festa😉 

20160207_maschera_di_foglie_1

A casa Feletig per un wedding d’eccezione

E’ già passato un anno dalla fioritura di Rosa Banksia Lutea e dal nostro shooting a casa Feletig.
Pronte come margherite … Jellow and violet wedding-304 con wm_1

…io e Mari l’anno scorso di questi tempi, aspettavamo la telefonata di Alessandra e Maurizio.

Sapevo che Maurizio, collezionista e vivaista esperto in rose antiche e non, aveva (e ha ancora) una Banksia lutea -ovviamente- bellissima, che ricopre una parte della facciata del suo cascinale.
A fine aprile o all’inizio di maggio, la rosa fiorisce generosamente, producendo dei mazzettini di rose gialle! Un vero spettacolo!!!

Così, abbiamo pensato di realizzare un matrimonio come piace a noi, tra oggetti vissuti, piante fiorite e rose, ricreando un’autentica Floral Venue.
Io – lo sapete – adoro i fiori e i profumi, e Mari, tutti quegli oggetti dal sapore vintage.

La rosa rampicante era monitorata come la fioritura dei ciliegi in Giappone, e un bel giorno Alessandra ci comunicò che la Banksia era al culmine della sua bellezza, e che si poteva procedere.
Al nostro progetto aderì con entusiasmo tutta la famiglia …

Non aggiungo altro, se non lasciarvi qualche immagine – incluso qualche backstage – della bellissima giornata.
Gli scatti più significativi e i particolari con i commenti, li potrete trovare sul nostro magazine BiancoAvorioMarta_e_Simone_1Marta_e_Simone_2e la torta nuziale?Jellow and violet wedding-244 con wm_1
La torta delle rose 

Io e Mari ci siamo conosciute anni fa, e siamo subito entrate in sintonia.
Insieme proponiamo e realizziamo matrimoni semplici, country, shabby-chic, ma elegantucci come ci dicono le nostre vere spose. Alterniamo i lavori veri a momenti di svago come shooting e workshosp!

Marta_e_Simone_6Un grazie di cuore ai padroni di casa per la calorosa accoglienza e la grande disponibilità!

Non perdete:
Rosae, Rosarum, Rosis se son rose fioriranno …
il 30 e il 31 maggio il vivaio resterà aperto dalle 10 al tramonto
Un’occasione per visitare il vivaio-giardino, per acquistare le rose e i cespugli da bacca, ma soprattutto per ammirare le rose come saranno da grandi

Azienda Agricola Maurizio Feletig – Cascina della Rocca
Via Garibaldi 38, Arignano. Tel. 0119462377 – 3495630513

#fioridivenerdì – – – – – – – fare una rosa con le foglie del caco

Anche se oggi è una bellissima giornata, a Masino quando il sole scende, comincia a fare freddo. Sicuramente mi attarderò a parlare con amici e a curiosare negli spazi degli espositori. Cosi’ ho pensato di portare con me, uno scialle di lana verde e una spilla autunnale… per fermarlo20141017_rose_di_foglie (1)_ 20141017_rose_di_foglie (5)_

 A brevissimo le spiegazioni per realizzare la rosa …ora scappo alle ore 14 inizia la Due Giorni per l’Autunno!

 

#fioridivenerdì – – – – – – corsage per Masino

E’ iniziata ieri una delle mostre-mercato floro-vivaistiche più importanti d’Italia.
La Tre giorni per il Giardino, anche se in realtà da qualche anno dura quattro giorni, è un’occasione per trovare piante insolite da giardino e da orto. Attrezzi agricoli, manufatti, cesti, vasi e tanto altro ancora, il tutto proposto da veri professionisti del settore.2014_Banksia_15_1

Anche se il tempo non promette nulla di buono, io sono partita. Poco male, sembrerà ancor di più, di essere in Inghilterra, patria di mostre e giardini, che io adoro.

Questa mattina ho messo al polso un piccolo vezzo realizzato con qualche fiorellino della mia splendida Rosa Banksia Alba Plena, tutta in fiore, e con i frutti dell’acero rosso.

E’ il bracciale fiorito, che tanto piace alle damigelle delle spose, ma che in stile più sobrio, ben si adatta alla mostra di Caravino.

La Rosa Banksia fiorisce una volta all’anno, è una meraviglia che tutti gli anni si ripete, e che attendo con gioia. Se volete saperne di più su questa irrompemnte ma delicata rampicante, ne ho parlato qui

20140502_banksiaDSC_0016_banksia2014_Banksia_14_1

Non solo acquisti, a Masino come anche nelle altre mostre, è luogo di appuntamenti  e di incontri con amici.

 

il papà: modello per un giorno


Oggi  19 marzo San Giuseppe: Festa del Papà 
Nel giorno delle nozze, il papà è emozionato come la figlia e forse, di più dello sposo.
Accompagnerà la sposa all’altare e affiderà la sua ‘bambina’ al futuro genero.

In automobile insieme alla figlia, arriverà nel luogo della cerimonia, e dopo aver aiutato  la futura sposa a scendere dall’auto, a sistemare il vestito, il velo e lo strascico (il gesto è protettivo/romantico) farà una sosta per le foto di rito e poi, porgendo il braccio sinistro, la accompagnerà all’altare, dove lo sposo, starà attendendo trepidante. Sarà un momento emozionante, unico, che ricorderà sempre!

La tradizione di offrire il braccio sinistro alla dama risale al Medioevo. Il braccio destro era il braccio con cui il cavaliere usava la spada. Per questo motivo, l‘uomo, che deve sempre difendere la donna, con il braccio sinistro la sostiene e con il braccio destro la difende.

un papà trendy che ha fatto da modello alle mie bouttonière informali
bouttonière sulla giacca..Nel grande giorno, anche i papà avranno un fiore all’occhiello o bouttonière.
Potrà essere in sintonia con il bouquet della sposa oppure no.

Quale scelgo?

bouttonière shabby scicalcuni esempi in stile shabby chic per un matrimonio sciolto, informale e di stagione.

da sapere:
la bouttonière, al contrario del bouquet della sposa, la si indosserà solo durante la cerimonia. Possiamo quindi  sbizzarrici, utilizzando fiori un po’ meno duraturi.

bouttonière _042_1 Io oggi ve lo propongo così:
realizzata con il fiore di Bergenia cordifolia o meglio conosciuto come fiore di San Giuseppe.

 Fiori all’occhiello  shabby o tradizionali:
un’altra proposta che troverete al Mulino dell’olio il 30 Marzo durante  Je t’aime la giornata dedicata al grande giorno.

#fioridivenerdì……rubiamo un fiore al bouquet della sposa

per realizzare la bouttonière dello sposo, ovvero: il classico fiore all’occhiello.1911799_427771777356073_748242572_n_1

La bouttonière si applica sul rever sinistro della giacca, solitamente dentro all’occhiello in occasione di una cerimonia. Un tocco di eleganza e di classe che piace sempre, anche agli uomini.
Ricordate gli anni ’20? Nei grandi matrimoni o nei galà, gli uomini avevano sempre un fiore bianco all’occhiello. Era una gardenia. La sua forma piatta, il colore bianco e il suo profumato erano qualità perfette per l’epoca.

Ma oggi, dove tutto è più naturale e morbido, lanciamoci in piccole creazioni utilizzando anche fiori più semplici, sempre di stagione e anche del nostro giardino. Occorrerà conoscerli bene perché non c’è cosa più triste che vedere un fiore appassito.  Un’altra regola è quella di non esagerare con le misure. Piccola andrà benissimo!
1653882_427771807356070_237521698_n_1

Consiglio di realizzare la bouttonière dello sposo in armonia con il bouquet  della sposa. Potrà essere un garofano, una piccola rosa o anche un mazzettino di fiori! Purché di piccole dimensioni.

“A fine Ottocento sbocciano gardenie negli occhielli delle giacche di Jean Cocteau, che ne faceva arrivare una fresca ogni mattina da Londra, garofani verdi sui revers di Oscar Wilde e orchidee su quelli di Montesquiou.”

Si ringrazia MariCrea per le foto

p.s.
all’occhiello un fiore di Helleborus niger, l’abbiamo rubato alla coroncina della sposaValentine-wedding-79_1