#fioridivenerdì – – – – – zucche decorative dipinte di bianco

Lo scorso anno in occasione del workshop d’autunno acquistai tantissime zucche decorative di varie forme  e colori, tante gialle, qualcuna verde, molte arancio e alcune striate; a buccia liscia e bugnata. Scelsi per la maggior parte quelle di piccole dimensioni e con la buccia sottile perché si conservano più a lungo.

Passato l’autunno le zucche erano ancora bellissime, così decisi di riporle in un luogo asciutto e buio per essiccarle, sperando di poterle riutilizzare il prossimo autunno.

Si sono conservate così bene che una buona parte le ho lasciate naturali, pulendole un poco e ravvivandole con un po’ di cera, quella per i vecchi mobili. Le altre invece le ho colorate con acrilico bianco di titanio a pennello.

Sul tavolo rettangolare vorrei mettere il runner in canapa acquistato a Masino tantissimi anni fa, al centro il vaso bianco moderno con un grosso ramo di Crambe Cordifolia, -erbacea imponente che mi piace tantissimo quando è in fiore, ma che apprezzo molto anche ora-,  le zucchette dipinte e quelle cerate e forse dei vasetti in vetro con le candeline.

Mi resta solamente di passare un po’ di glitter -per un tocco  glamour e chic- sul picciolo di qualche zucchetta e voilà la casa è pronta per il mese di novembre.

Le zucche ornamentali o decorative sono reperibili facilmente al supermercato, presso vivai e garden, il più delle volte non sono commestibili, ma sono coltivate per il loro valore decorativo.

Annunci

#fioridivenerdì – – – dare vita ai vecchi cesti

Mi sono ripromessa di fare decluttering –oggi tanto di moda- nel mio SpazioCorsi. Troppe cose vecchie e nuove, ormai lo occupano.

Ogni volta che apro la porta vorrei trovare un ambiente minimal (?), spazioso, con pareti bianche e verde salvia, luci adeguate ed eleganti vasi colmi di fiori.

 

Ed invece è pieno zeppo ma …di tutte cose interessanti. Come ad esempio questi due bellissimi vecchi cesti -in origine beige smunto- che anziché portarli in discarica, ho colorato con vernice acrilica spray.
Ho optato per il violetto per fare un Ton sur Ton con i fiori del mio giardino, uno fra tutti le ortensie

#fioridivenerdì – – – – – – – – tutti i fiori del giardino in lattina

Di vasi e vasetti, latte e LATTINE in questi anni ne ho accantonati tanti.
Li utilizzo quasi sempre per realizzare semplici mise en place per pranzi e cene informali. Disposti in centro alla tavola o vicino al bicchiere per un insolito segnaposto, sono degli ottimi contenitori per fiori semplici, profumate garden rose o graziosi mazzetti di bacche e foglie!

Pochi giorni fa sono  stata invitata ad una merenda, l’occasione è stata un compleanno da festeggiare e un tour in giardino per ammirare l’autunno che sta arrivando. Grossi esemplari di faggio, spettacolari aceri e bellissimi cornus insieme a tantissimi altri cespugli, hanno colorato un pomeriggio caldo e assolato, rendendo tutto molto piacevole.

Precedentemente la padrona di casa mi aveva chiesto di occuparmi della decorazione floreale per la tavola, per la buvette e anche di realizzare un petit cadeau per tutti i suoi ospiti utilizzando fiori semplici e soprattutto di stagione!  Inoltre sognava un pomeriggio caldo e soleggiato -cosi’ è stato-  per ricevere gli amici nel dehors di casa, sotto il grande porticato.Nelle lattine -quelle della salsa di pomodoro, piselli, ecc- ho inserito piccoli bouquet di cinorrodi, diverse foglie, qualche rosa del giardino, fiori di Geranium, grappoli di fitolacca, pappi di clematis e le immancabili ortensie.

e il petit cadeau … è venuto da sé, legato ad ogni lattina c’era un bigliettino con scritto ‘portami a casa’.

Per dare un tocco elegante alla lattina, ho utilizzato un nastro in velluto liscio che ho fissato facendolo passare dai fori. Per realizzare in modo semplice i buchi nella lattina, la sera prima riempitela di acqua, ponetela nel freezer e poi con un chiodo ed un martello praticate i fori.

#fioridivenerdì – – – – – – stile naturale per il centrotavola con vasetti e lana

Al motto: mi può servire, tengo tutto o quasi! Mi dispiace eliminare o buttare le cose e mi piace riciclare. Lo trovo una sfida.

I vasetti sono quelli delle marmellate che conservo negli scatoloni. 20160401_festa_di_laurea (207)_1Il filo bianco è di lana, un avanzo del maglione tricottato anni fa. Le fette di legno sono un regalo di Giuseppe, l’amico che fa tree climbing e che ogni tanto mi telefona per avvisarmi che ha qualcosa per me.

Ah dimenticavo l‘acqua colorata l’ho realizzata aggiungendo all’acqua qualche goccia di colorante per il cibo, era nella credenza da anni …scaduto e mai usato.

IMG_2262_1

Volutamente non ho utilizzato dei fiori colorati, ma solo i fiori bianchi del Viburnum tinus -che c’è in giardino- per far risaltare l’acqua colorata.

Viburnum-tinusViburnum tinus – source

Da oggi il mio Stile Naturale è su Dalanidalani

#fioridivenerdì- – – – – – – gemme argentee nel vaso

Ho tolto tutte le decorazioni che hanno arredato la casa durante il periodo natalizio, tranne qualche rametto di Abies nordmanniana -ancora vivo e bello- per inserirlo nel vaso tra i lunghi rami di Salix Caprea.
Tutti e due vivono bene senz’acqua e arredano la casa in modo leggero. rami di salix caprea_1Inoltre a gennaio le belle gemme argentee del Salicone rispecchiano i colori azzurri del cielo di questo periodo.

#fioridivenerdì- – – – – lattine vestite di muschio

Continuano le creazioni alla Compagnia della Bellezza20151218_Natale_2015_CDB_CT (9)_Da regalare ad una persona cara, o da posizionare sul davanzale della finestra20151218_Natale_2015_CDB_CT (5)_1Un cuore per scriverci il nome20151218_Natale_2015_CDB_CT (2)_1
L’intenso profumo dei Hyacinthus allieterà le giornate invernali

Occorrente
muschio
una lattina
filo metallico bronzo
argilla espansa
forcine di ferro
bulbi
elementi di decoro

Avvolgere attorno alla lattina il muschio, girare intorno ad esso il filo metallico. Riempire la lattina di argilla espansa, introdurre i bulbi, ricoprire con altrettanto muschio fissandolo con delle forcine di filo di ferro. Decorare a piacere con meline, stelle e nastri
20151218_Natale_2015_CDB_CT_10

#fioridivenerdì- – – – – corsi di Natale

Il periodo che stiamo vivendo mi fa paura e mi fa riflettere. Sembrano inutili le cose che facciamo ogni giorno e che io propongo qui.
Ma la vita va avanti e la quotidianità ci aiuta a superare, a non pensare,  a sperare nella PACE.

Per me è iniziato ufficialmente il Natale.
Tutte le nuove proposte che durante l’anno ho pensato e accantonato diventano realtà.

Ieri sono stata invitata dal Garden Club di Biella per una dimostrazione floreale natalizia.
Se devo dirla tutta ero un po’ emozionata e preoccupata, specialmente nei giorni che l’hanno preceduta.Circolo_sociale_BiellaOnorata e lusingata della chiamata, mi chiedo, e non è la prima volta, che cosa ho da insegnare loro.
Per chi non lo sapesse le signore dei Garden Club sono attive su tanti fronti, ci sono le fai da te, brave, ma anche le ex professioniste dei settori. Uno di questi è -sempre- la decorazione floreale.

Tuttavia, sono stata benissimo!
L’accoglienza calda e speciale, fatta di gesti e piccole cose mi ha messo subito a mio agio e le cose semplici che ho portato sono piaciute molto

Purtroppo, non ho neanche una foto e spero tanto che qualche socia me ne invii qualcuna.

Ricordo che settimana prossimo presso il mio Spazio Corsi c’è il workshop Aspettando il Natale
Sabato è Sold Out ma per domenica c’è ancora qualche posto. Tutte le info qui.locandina_workshop_Natale_2015 (9)

Per la nostra rubrica del venerdì vi do un’idea.
Sicuramente in cantina avrete un
pezzo etnico, molto di moda anni fa, come un candelabrocandelabro_in_muschio

Rivestitelo di muschio -anche con un po’ di anticipo- se riposto al fresco durerà e sarà un pezzo forte per il periodo invernale e natalizio.
Come fare è semplicissimo. Basterà avvolgere attorno alle aste dei candelabri del muschio, che fisserete con il classico fil di ferro.
Come decorarlo lo lascio a voi, oppure ci troviamo nei prossimi post.

la foto -non mia-  fa parte di una sorpresa che io e Mari vi abbiamo preparato.  A presto!