#fioridivenerdì- – – bouquet di maggio profumato

Gli ultimi tulipani- Parrot- e i primi fiori del Philadelphus per realizzare dei mini bouquet che serviranno per il matrimonio dal gusto semplice ma raffinato.9F221F1A-1553-4CDF-8DC3-614989E2A6CD.jpegA completare il mazzolino, fiori di Alstroemeria giallo-acido, qualche mini rosellina e per concludere e dare il tocco Betti come dice qualcuno, un tralcio di muehlenbeckia.2939FB0B-351B-4318-A2C0-266B805FCCFA.jpegIl prossimo bouquet avrà come fiore principale la Paeonia. Il fiore più amato dalle spose, ma non solo.

La Peonia sarà la protagonista del prossimo workshop   ‘ Decorare con rose e peonie’

SpazioCorsi 26 Maggio ore 15 (a breve tutte le info)693CF8A5-1489-4C44-B9AF-69FFDE944F2E.jpeg

Annunci

#fioridivenerdì- – – – – workshop all’Agricola_shop di Varese

Questa volta al workshop ero dall’altra parte del tavolo!
Mercoledì scorso sono stata invitata da Agricola_shop di Varese per una giornata all’insegna della primavera. Che meraviglia essere circondata tutto il giorno dai fiori.Ad attenderci c’era tutta l’Agricola e le sue novità. Arredi per il giardino e il terrazzo, accurate mise en place per le nostre tavole -la mia passione-, piante e fiori. Ma quello che più mi ha colpito, è stata la zen garden collection e presto ve ne parlerò.

Ad aspettarci c’era dini holtrop, la nota flower designer olandese che ci ha coinvolto in un workshop creativo. Con piante diverse fra loro -ma con le stesse esigenze di acqua e luce-  ha creato dei piccoli giardini in contenitori pensati per ogni luogo e momento della giornata.

E dopo Dini è toccato a noi provare a ricrearli. Sotto la sua guida e i suoi consigli abbiamo messo in pratica quello appena visto, e per realizzarli abbiamo avuto a disposizione tutto il garden.
Mi sono sentita come una bambina in un negozio di giocattoli!!!
Onestamente non sapevo che cosa prendere e che cosa fare e ho gironzolato per un po’ nelle varie zone.Ma poi… mi sono trovata nella serra fredda… la mia passione per il giardino mi ci aveva portato! Ho scelto delle piante da esterno, e a guidarmi sicuramente sono stati i profumi e la voglia di sole, che quest’anno si fa desiderare!grazie per le foto!

Ma come promesso -a breve- ci rivediamo qui per realizzare con voi la stessa composizione. Vi racconterò  perché ho scelto il jasminum e quella varietà di lantana…

 

#fioridivenerdì- – – – – – bulbo di amaryllis o hippeastrum?

Non posso mai lasciare incustodito il tavolo di lavoro, che arriva subito Fuchs a curiosare.
Mi ruba legnetti, pigne, muschio e a volte anche la mia rocca di corda lanata.

Quest’anno ho un debole per l’amaryllis bianco. Che sia un fiore elegantissimo, profumato, facile da utilizzare e che duri tantissimo da reciso, si sa, ma che stia bene anche con le cassette in stile country che solitamente realizzo per i miei matrimoni, onestamente non ci speravo.

Ho provato ed il risultato finale mi è piaciuto cosi tanto, che l’ho utilizzato per la mia nuova locandina di “Aspettando il Natale”, il consueto workshop natalizio. Per l’occasione ho messo il mio nome sulla cassetta!
Ovviamente i fiori che vedete li ho acquistati recisi, è ancora presto per avere bulbi fioriti.

Natale is coming e se volete avere bulbi fioriti per il periodo delle feste, potete recarvi presso i fioristi o i garden ed acquistare i bulbi di Hippeastrum -scambiati quasi sempre per Amaryllis- già avviati, vale a dire con un accenno di crescita. Posizionateli in serra fredda, se non l’avete, la cantina o il piano scala andranno benissimo, e verso la fine di Novembre, portateli in casa ed iniziate a bagnarli un pochino. Con la loro crescita vigorosa, fioriranno giusto in tempo!

C’è gran confusione tra Amaryllis e Hippeastrum, il primo è sicuramente più noto, si dice che sia un po’ colpa del nome di quest’ultimo, difficile da ricordare.

L’Amaryllis è una pianta bulbosa di origine sudafricane, importata in Europa nella metà del 600 da navigatori portoghesi. Il suo bulbo è di grandi dimensioni, lo si coltiva in piena terra o in vaso. A seconda della varietà, i fiori trombiformi possono essere più o meno grandi e di diversi colori. Bianco, rosso, rosa e screziato. La coltivazione non ha molte esigenze, ama posizioni assolate in pieno sole o mezzombra, nelle zone a clima invernale rigido, si coltiva al riparo di un muretto esposto a Sud, riparate il terreno con una pacciamatura di foglie secche.
L’Hippeastrum anch’esso un bulbo, invece proviene dal Sud America. Per la sua facile coltivazione, sono stati creati diversi ibridi con risultati eccellenti. Anch’esso lo si trova in svariati colori.
E’ il classico bulbo che si può forzare per anticipare la sua fioritura che avviene in primavera  e che si trova in questo periodo.

Come detto sopra è un fiore che dura tantissimo sia in pianta che reciso.

#fioridivenerdì – – – – – zucche decorative dipinte di bianco

Lo scorso anno in occasione del workshop d’autunno acquistai tantissime zucche decorative di varie forme  e colori, tante gialle, qualcuna verde, molte arancio e alcune striate; a buccia liscia e bugnata. Scelsi per la maggior parte quelle di piccole dimensioni e con la buccia sottile perché si conservano più a lungo.

Passato l’autunno le zucche erano ancora bellissime, così decisi di riporle in un luogo asciutto e buio per essiccarle, sperando di poterle riutilizzare il prossimo autunno.

Si sono conservate così bene che una buona parte le ho lasciate naturali, pulendole un poco e ravvivandole con un po’ di cera, quella per i vecchi mobili. Le altre invece le ho colorate con acrilico bianco di titanio a pennello.

Sul tavolo rettangolare vorrei mettere il runner in canapa acquistato a Masino tantissimi anni fa, al centro il vaso bianco moderno con un grosso ramo di Crambe Cordifolia, -erbacea imponente che mi piace tantissimo quando è in fiore, ma che apprezzo molto anche ora-,  le zucchette dipinte e quelle cerate e forse dei vasetti in vetro con le candeline.

Mi resta solamente di passare un po’ di glitter -per un tocco  glamour e chic- sul picciolo di qualche zucchetta e voilà la casa è pronta per il mese di novembre.

Le zucche ornamentali o decorative sono reperibili facilmente al supermercato, presso vivai e garden, il più delle volte non sono commestibili, ma sono coltivate per il loro valore decorativo.

workshop di Natale al vivaio Piante Spertini

Non vedo l’ora che arrivi sabato 17 dicembre!!!
Una quantità di bacche rosse e bianche, tanto muschio, rami di sempreverdi e tanto altro ci aspettano per il nostro Workshop di Natale.

Per festeggiare l’evento, anche questa volta, ho creato appositamente una decorazione. Una composizione nuova, insolita e molto riciclosa (!?!) Adatta al tavolo del terrazzo e romantica per la tavola delle feste.
Romantica e country per la mise en place della festa, utile per il terrazzo.
Il muschio -immancabile-, i bulbi -mon amour- e le candele creeranno la magia che solo questo fantastico periodo può dare.

Inoltre realizzeremo anche l’immancabile corona di Natale da appendere alla porta, da utilizzare come centrotavola o da regalare all’amica del cuore.

Costo del corso comprensivo del materiale € 15 (a persona)

cilindro di muschio

Ancora una volta è un grande onore -per me- far parte del ricco calendario che Piante Spertini ha organizzato per festeggiare le 80 primavere del vivaio!

Per iscrizioni Vivaio Piante Spertini 
piantespertini@libero.it  Tel. 0332-668501 oppure 0332-601162

Betti Calani 338 2144970
info@betticalani.com – facebook o telefono 0331 991263 oppure 338 2144970

workshop floreale al vivaio Spertini

Ricordo quella volta che visitai il vivaio,
una macchia arancione di Cosmos sulfureum costeggiava la vecchia serra. Ne rimasi affascinata e stupita, tanto da pensare, che la sognata Inghilterra a volte …è così vicina.

Sabato 19 marzo mi trovate al vivaio Piante Spertini per festeggiare l’arrivo della primavera e la vicinanza della Pasqua.locandina

Per festeggiare l’evento ho creato appositamente un cache-pot.
Realizzeremo insieme un contenitore nuovo, insolito e versatile.
Elegante per la mise en place primaverile e utile per il terrazzo ….  Il muschio -immancabile- , i tulipani, i dianthus, un po’ del viburnum, gli ovetti e tanto altro, saranno i nostri materiali.

Costo del corso comprensivo del materiale € 20 (a persona)prova_11

 Un grande onore far parte del ricco calendario che Piante Spertini ha organizzato per festeggiare le 80 primavere del vivaio!

Per iscrizioni Vivaio Piante Spertini 
piantespertini@libero.it  Tel. 0332-668501 oppure 0332-601162

Betti Calani 338 2144970

#fioridivenerdì – – – – – – le foto di Hello Spring

E” iniziato cosi’ Hello Spring tra un ‘piacere di vederti‘ e un ‘piacere di rivederti‘.Hello Spring Workshop-4_Con un goccio di caffè o tè, e i biscotti di Benedetta -ormai richiesti-, io e Mari abbiamo accolto le partecipanti al nostro workshop di primavera Flowers & Photo

Hello Spring Workshop-176_

Il pranzo è stato uno dei momenti chiave -ah il Convivio come lo amo!!!- dove si è formato un bel gruppetto affiatato!  L’allegra brigata ci ha lanciato una sfida … e noi, io e Mari, abbiamo accettato senza pensarci un attimo! La fotografa è già all’opera.

Le ragazze ci hanno suggerito un’idea per il prossimo workshop che ci ha fatto divertire tutto il pomeriggio. Ovviamente dovremo coinvolgere un’altra professionista! Brave ragazze!!!Hello Spring Workshop-211_

Per chi avesse un smartphone e l’applicazione Steller – ma è facilmente scaricabile- , da domani sarà possibile vedere la gallery con i momenti salienti di Hello Spring oltre che cliccando qui anche dal vostro cellulare. Cercate BettiCalani  album Hello Spring

Grazie a tutti!!!