‘Maggio in fiore’ a Villa delle Porta Bozzolo, io ci sarò e voi?

Tutti i fine settimana di maggio sarà possibile, grazie a speciali visite guidate, scoprire  le oltre 500 varietà di rose che rendono unico il roseto della Villa porta Bozzolo e partecipare ai miei workshop floreali.

Domenica 12 maggio il primo dei tre workshop in programma

Ore 15.00: Workshop “Decorare con rose e peonie” (su prenotazione fino ad esaurimento posti)
Un laboratorio per conoscere i romantici fiori di maggio che inizierà con la dimostrazione di una grande composizione floreale di inizio estate dalla linea molto attuale.
A seguire in occasione della Festa della Mamma realizzeremo una coroncina a forma di cuore decorata con rose, lillà e i fiori di primavera.
In giardino potrete ammirare una mise en-place per la cena d’inizio estate.

i prossimi:

domenica 19 maggio
Ore 15:00 –  Workshop Floreale – lattina green con peonia e rose (su prenotazione)
domenica 26 maggio
Ore 15:00 –  Workshop Floreale – cestino fiorito per pic-nic (su prenotazione)

Vi aspettiamo numerosi!

Le iscrizioni sono già aperte!!!

Per tutte le info cliccate qui

Annunci

Note glamour sulla tavola delle feste

Manca pochissimo ai workshop floreali dedicati al Natale, e oggi voglio anticiparvi la novità della mise en place che troverete quest’anno allo SpazioCorsi.
La mia tavola è più sobria ma si ispira a quella realizzata durante il workshop fatto da Flover qualche settimana fa. Ricordate?

Lo stile si rifà alla moda del momento che vede lunghi centrotavola correre sulle tavole circondati da vari elementi decorativi. Un allestimento vivace e armonioso che rende speciale il momento del convivium.

La mia tavola è una sorpresa, ma vi anticipo che ho scelto la tovaglia delle grandi occasioni, quella della nonna: preziosa e ricamata. Perfetta per rendere magico e unico il nostro pranzo di Natale!

Così come le ultime composizioni floreali, realizzate in autunno in occasione dell’ultimo workshop, anche quelle natalizie avranno dei cenni rosa.

Worskhop a Flover di Bussolengo:

Kalanchoe blossfeldiana, Wax Flower, Erica calluna, Protea Cynariodes e foglie: bordeaux, verdi di Euchere e Begonie, sono serviti insieme agli immancabili rami di Abies procera meglio conosciuto come abete nobile per realizzare la tavola Glamour!

a

#fioridivenerdì- – – – – coroncina di muschio e tulipani

Avete presente “I love shopping”, la nota saga che racconta le esilaranti avventure di una ragazza inglese (Rebecca Bloomwood) ossessionata dallo shopping?

Ecco, ogni tanto, mi sento proprio come Rebecca. La differenza sta nell’oggetto da acquistare: nel suo caso, vestiti, scarpe e borsette; nel mio, fiori, piante e bulbi.

Ed è cosi che, qualche giorno fa, trovandomi in un ingrosso di piante e fiori, non ho resistito all’acquisto di stupendi mazzi di tulipani.

Lo so cosa starete pensando: ma come Betti, tu che da anni ci assilli con discorsi sull’importanza del rispetto della stagionalità, acquisti i tulipani a novembre?

Avete ragione, ma, a mia discolpa, posso dirvi che avevano un colore magnifico, come potete ammirare dalla foto.

Così, ho deciso di utilizzare i tulipani appena acquistati per realizzare dei piccoli bouquet destinati ad un’inaugurazione.
Con quello che mi è rimasto, ho creato una coroncina per arredare la mia tavola.

come si fa:
rivestita di muschio una base, l’ho poi decorata con i tulipani, rose, fiori di eucalipto e bacche della rosa corallo. Anche se insolito per me, in questa occasione ho aggiunto alla coroncina un fiocco utilizzando il nastro in lino. Le dona quel tocco frivolo e civettuolo che ben s’intona alla rosa sfrangiata dai toni arancio rosati.
in più:
il muschio mi aiuterà a tenere i fiori umidi.

 

Se vi piacciono i tulipani e tutti i bulbi da fiore, è arrivato il tempo di metterli a dimora, presto ve ne parlerò. Ho scoperto  nuove varietà di tulipani adatte alle nostre composizioni floreali.

#fioridivenerdì- – – – – fare il copritorta con le bacche

20161111_copritorta_con_la_rete_dei_polli-39A novembre il giardino è tutto un tripudio di colori, le Camellie sasanqua inziano il loro spettacolo e alcune piante che hanno fiorito in primavera o durante l’estate, sono ricoperte di bacche.

Le rose sono tra queste. I fiori hanno lasciato il posto ai cinorrodi, bacche, che poi sono i frutti della rosa, che con i loro colori, rendono vivo il giardino anche nei mesi dove i fiori sono più difficili ad aversi.
Le bacche, amate da tutti, sono un dono prezioso per chi -come me- ama decorare la casa con i fiori del proprio giardino. Possono essere: rosse, arancioni, bordeaux, gialle ed anche bianche.20161111_copritorta_con_la_rete_dei_polli-3

Oggi per la nostra rubrica, ho scelto di utilizzare le bacche della Rosa Rubiginosa Eglantine. Un generoso cespuglio che dopo l’abbondante fioritura di primavera, si ricopre di una moltitudine di bacche rosse. I cinorrodi sono ovali, piccoli e durano a lungo sia sulla pianta -fino a primavera- che recisi.20161111_copritorta_con_la_rete_dei_polli-45occorrente :
rete dei polli
filo di ferro
pinze
cesoie per il ferro
Se volete realizzare il copritorta per una vostra alzatina, misurate la circonferenza (C = r x 2 x 3,14 )  della base, aggiungendo 2 rombi in più.

Dal rotolo di rete con le cesoie tagliate il rettangolo, e formate il cilindro unendo le due estremità con il filo di ferro. Non tralasciate di piegare i ferri sporgenti. Aiutatevi con delle pinze o mollette.
Da un parte decoreremo con la ghirlanda di bacche e dall’altra invece, con un punto fiorito. Per formare la campana, praticate nella rete dei tagli lunghi circa 10 cm e chiudete aiutandovi sempre con il filo di ferro.
A questo punto la base è fatta.

Con i rami della rosa Eglanteria, ho intrecciato una ghirlanda, che poi ho fissato, sempre con il fil di ferro alla mia base di rete. Sarebbe già carina così ma ho aggiunto in alto -per una mise en place d’effetto- un punto fiorito.

Utilizzate il muskinette -se lo possedete- altrimenti realizzatelo voi. Immergete il pezzo di spugna in acqua, avvolgetelo nella pellicola trasparente e poi chiudetelo nella rete, come se fosse un pacchetto. Fissate in alto il supporto per i fiori, aiutandovi con il fil di ferro oppure anche con delle piccole fascette.

Ora, tutto è pronto per dare il via alla vostra creatività e per preparare la torta della domenica!

20161111_copritorta_con_la_rete_dei_polli-42Buon fine settimana a tutti!

note colturali:
Rosa Rubiginosa Eglantine o Eglanteria è un cespuglio disordinato, spinoso, con forma molto naturale. Le sue foglie sono profumate, sanno di mela verde. I fiori sono semplici, piccoli, rosa rossastro, seguiti da molte belle bacche rosso/arancio. Preferisce crescere come siepe alta e impenetrabile. Cm 350×2

romantici mazzolini di erbe aromatiche e semplici fiori

L’estate finalmente è arrivata, mi è venuta voglia di fare un segnaposto, un mazzolino campagnolo fresco, profumato, speziato e molto easy per ogni commensale del ristorante DesinoLento.image


I piccoli bouquet faranno compagnia alle tante proposte floreali che il nuovo concept ristorante e  fiorista d’arte offre. Tante le  aromatiche, solite ed insolite, le Hydrangee particolari,  i banani,  i cactus… E i fiori recisi
imageNel piccolo bouquet non mancheranno il rosmarino, il suo gambo legnoso farà da sostegno, il timo al limone dal profumo fresco, un po’ di menta, il suo colore verde brillante darà luce, mentre la salvia con le sue foglie lunghe, argentee ed eleganti chiuderà il bouquet. E poi i fiori, quelli che il giardino offre in questo periodo. Clematis, rose, hoste, nasturzi e tanto altro.

DesinoLento, il nuovo ristorante  e fiorista d’arte a Milano – galleria Filippo Turati al 6image

#fioridivenerdì- – – – -tutti i fiori del mio giardino sulla tavola

La decorazione per la tavola l’ho realizzata questa mattina, prima di mettermi ai fornelli.
Ho pensato ad una composizione semplice ma d’effetto. Primaverile, allegra e poco ingombrante!centrotavola_con_provette_DSC_0520Per il centrotavola ho utilizzato un dono -molto gradito – che mi hanno portato da Parigi.  Tante provette in vetro unite tra loro. In ciascuna provetta ho sistemato quello che ho trovato in giardino. Non mi lamento però, visto il bottino

E’ ormai sera quando riesco a fare delle foto … abbiamo cucinato tutto il giorno per la cena e mi sono completamente dimenticata di scattare qualche foto …con la luce mi sarebbero venute un pochino meglio.
centrotavola_con_provette_DSC_0519Viole, Viburnum tinus, Helleborus niger, Mahonia, Camelia japonica
centrotavola_con_provette_DSC_0523Narciso, Bergenia cordifolia

Accanto ad ogni piatto le violette sono inserite in minuscoli vasi di vetro

 

 

dal giardino

 

I fiori -eduli- erano anche sulle pietanze. I petali gialli, bianchi e rossi delle primule decoravano gli gnocchi di patate viola conditi con burro e salvia.DSC_0554 DSC_0553

zucca SUL piatto

Io questa sera la zucca la metto sul piatto. Servirà ad indicare il posto delle signore. 
Una mise en-place facile, per impreziosire e personalizzare una semplice cena tra amici! mise en place con zucca

occorrente:
tovaglia di lino ricamata a mano, grazie mamma!
piatti autunnali con dipinti cinorrodi e more 
tovagliolo verde, ricamato a mano, grazie mamma!
e
la protagonista della serata: la zucca 

Giorni fa, mi hanno regalato un po’ di zucche. Fra quelle che ho ricevuto, per la sera di Halloween, ho scelto Cucurbita pepo Flat Striped Non conoscevo la varietà, ma ho sbirciato  sul blog  di Mimma, grande appassionata, e l’ho trovata in uno dei suoi articoli che vi invito a leggere.

Oltre alle zucche ho messo delle candeline. L‘autunno è ricco di prodotti fantastici. Ho nascosto dentro ai cachi precedentemente svuotati, delle t-ligh.

 il tocco in più:  per la mia tavola ho scelto il verde e non l’arancio!