#fioridivenerdì- – -flower sac con ibridi di Tea

Oggi non vi parlerò di come coltivare le rose, ma vi mostrerò come si possono utilizzare le rose ibridi di Tea.

Ho realizzato dei flower sac da mettere sulla tavola come semplici segnaposto, che possono diventare anche petit cadeau da regalare all’amica del cuore.

occorrente:
una lattina o un vasetto
rete dei polli
nastro adesivo
elastico
2 foglie di Aspidistra O Bergenia
Rose di ibridi di Tea
fiorellini di supporto
nastro a rifinire

Posizionate nella lattina la rete dei polli fissandola con del nastro adesivo. Riempite la lattina con dell’acqua, meglio se decantata. Con le foglie dovete nascondere la lattina, procedete come se doveste fare un pacchetto regalo da incartare. Se necessario, aiutatevi con l’elastico per tenere ferme le foglie. A questo punto, il contenitore è pronto, non vi resta che mettere i fiori che avete scelto. Per la mia flower sac ho reciso le rose ibridi di Tea, frutti di Philadelphus e un’infiorescenza spontanea color giallo chiaro.

E’ ora di chiudere il pacchetto con una corda naturale e una rosa.

Su Igtv trovate il video con tutti i passaggi..

#fioridivenerdì- – – peonie e rose nel secchio in zinco

Ieri mi hanno regalato delle Peonie ‘Fenice rosso’ e ho subito pensato di condividerle con Voi!

Ispirandomi al nostro consueto Workshop ‘Decorare con rose e peonie’ -quest’anno sospeso- le ho utilizzate per decorare uno dei mie vasi in zinco dal bordo oro opaco.

Non potevano mancare le rose che ho colto andando verso il cottage, ce ne sono ben tre piante… ma non so il loro nome… m’informerò da Barni dove furono acquistate!

Se vi piace l’idea della composizione in foto, potete vedere tutti i passaggi nel video su Instagram dove adotto un piccolo escamotage per utilizzare fiori dal gambo lungo e corto.

il mio cottage

Un giro virtuale potete farlo qui , passeggerete fra tantissime peonie fiorite.

#fioridivenerdì- – – centrotavola-country chic con rose bianche

Conoscete Mme Hardy? E’ stata la protagonista della Diretta Instagram di oggi. Un lungo ‘nastro’ di corteccia è piegato a fisarmonica e al suo interno nasconde delle provette in vetro. Ho fatto un giro in giardino e ho raccolto i fiori per decorarlo.

A maggio il mio giardino è un tripudio di fiori, è stato facile scegliere!

Nel mio cestino ho messo: rose Mme Hardy, rose Mme Alfred Carrière, Lathyrus odoratus bianco e viola, frutti di Muscari, fiori di Lonicera caprifolium, tralci di edera, fiore di Hydrangea Petiolaris.
I matrimoni mi mancano, così come le cerimonie e i ricevimenti, e le lunghe tavolate imbandite con tovaglie in lino dove questo centrotavola starebbe benissimo… speriamo di uscire in fretta da questo lockdown.

Rosa Mme Hardy da alcuni è considerata la più bella rosa bianca dell’Ottocento.
Creata nel 1832 da Julien Alexandre Hardy, noto giardiniere del Jardin du Luxembourg a Parigi, la dedicò alla moglie Marie-Thérèse Pezard, chiamandola: Madame Hardy.

Madame Hardy è una damascena dal profumo intensissimo di muschio e spezie, ha grandi fiori stradoppi di un bianco puro. I petali dapprima sono rivolti verso l’interno formando una coppa, per poi appiattirsi. Particolare è il centro del fiore, un occhio verde brillante che ricorda il pisello.

Come tutte le rose antiche fiorisce una volta all’anno, il suo portamento è a cespuglio e può raggiungere 150 cm di altezza e larghezza. Ama posizioni soleggiate, ma si adatta bene alla mezzombra.
La potatura è da effettuarsi subito dopo la fioritura.

Trovate la Diretta sul mio profilo Instagram.
🍀E una novità che le Dirette Instagram o live non passeranno più dalle Storie, ma potranno essere condivise direttamente su IGTV.  In questo modo decade dunque il precedente termine di 24 ore entro cui guardare le dirette perse all’interno della sezione Storie.

Come riciclare il caffè delle capsule Nespresso

Dalla Diretta Instagram di oggi:
‘riciclare le capsule del caffè’
(la diretta è in onda sino alle 18.00 di oggi, e poi il video è visibile su Igtv o youTube)

In questo periodo siamo stati  costretti a restare a casa con la conseguenza inevitabile di aver mangiamo e bevuto di più, consumando molti pasti e molte bevande, come ad esempio il caffè.

Non sono esattamente una ‘caffettiera’ come si suol dire, ne bevo uno, raramente due caffè al giorno, ma ora in casa -tutto il giorno- siamo in due, e il sacco  delle capsule usate è colmo. Solitamente il sacchetto delle capsule esauste lo porto nelle boutique Nespresso dove c’è in atto un buon progetto per il loro riutilizzo.Ma oggi rilancio ancora l’hashtag #iorestoacasa e dato che non sono andata a Varese -il negozio Nespresso a me più vicino-  ho dedicato un paio d’ore a svuotare tutte le capsule che ho utilizzato in questo lungo periodo di lockdown.
Il risultato è: un’insalatiera colma di posa di caffè ed il bidone dell’alluminio colmo di capsule svuotate.

La posa del caffè -conosciuta anche come fondo del caffè- può essere utilizzata in molti modi:
nella cura della casa, nella bellezza della persona e nell’orto.

Oggi faremo il concime liquido, un valido aiuto per per la cura delle nostre piante acidofile.
Sciogliete in 2 litri d’acqua la posa del caffè, circa un grande bicchiere. Girate con un bastone per amalgamare e lasciate decantare per 24 ore o anche più.
Utilizzate la soluzione ottenuta per concimare le piante acidofile come: azalee, camelie, rododendri, pelargoni… e le bellissime gardenie.

La posa del caffè è un ottimo concime per le piante in vaso e per quelle in giardino, e si conferma uno dei più diffusi concimi naturali per l’orto.

Inoltre sempre nell’orto, è un valido aiuto, contro la lotta ai vermi, lumache e altri animali dannosi per le piante. Cospargete tutt’intorno alla pianta il fondo del caffè e create una barriera.

In casa:
aiuta a tenere lontano le formiche cospargendo un po’ di posa nelle fessure
come sgrassatore per padelle unte di grasso, nel frigorifero per annientare gli odori forti, nelle scarpiere o negli armadi, o anche da passare tra le mani per combattere l’odore di cipolla, aglio o arancio.

Cura della persona:
Nel pediluvio, grazie alle sue proprietà, il caffè esausto è perfetto da aggiungere a rinfrescanti e rilassanti pediluvi,  inoltre è un ottimo scrub per la pelle secca con zucchero di canna e yogurt.

step by step per come disporre i fiori nel vaso in vetro

Oggi insieme a voi per scoprire come disporre
i romantici fiori del Viburnum opulus e i profumatissimi fiori della Syringa vulgaris.

Come disporre Viburni e Lillà nel vaso di vetro

Guardo in fondo al giardino e finalmente il grande Viburnum opulus è fiorito. I suoi fiori, grosse sfere bianche, sono ideali per realizzare la composizione floreale nel vaso in vetro che ho scelto.

Ritornando verso casa con il mio mazzo di ‘pallon di maggio’ in mano, ho scorto che in un altro angolo del giardino, è fiorito Syringa vulgaris ‘Madame Antoine Buchner’… e ne ho raccolto qualche fiore.
Il colore violetto dei suoi fiori creerà il giusto contrasto tra il vaso in vetro, il bianco del viburno e la foglia verde scura d’Aspidistra.
Ho realizzato un video dove svelo piccoli segreti per un perfetto flower arrangement.

Se vi piace questo vaso fiorito e se volete realizzarlo anche voi, potete seguire il video su IGTV o YouTube.

#iorestoacasa _ _ _ flower arrangement in video con Betti

CARISSIMI,
non perdiamoci di vista e vediamoci sui social!

Ho vinto l’imbarazzo e ho colto questo periodo di lockdown per realizzare un progetto che avevo nel cassetto.
Ho finalmente iniziato a fare dei video e delle Dirette Instagram.

Seguitemi su IGTV e sul mio canale su YouTube  ,per un flower arrangement alla portata di tutti!

mercoledì 22 aprile ore 18.00
Diretta instagram: ‘Originale mini bouquet’

Vi aspetto!