#fioridivenerdì – – – – – – – – l’arco fiorito degli sposi

Ogni mattina apro la finestra, mi affaccio e scruto il giardino per vedere se qualcosa è cambiato. In effetti è così, in questa incredibile stagione, ogni giorno sboccia un fiore. Finita la perlustrazione quotidiana, allungo lo guardo: in fondo c’è la collina, e scopro che è tutta bianca. Una macchia leggera che pare un morbido pizzo, ricopre le cime degli alberi.

Lo spettacolo che ogni anno accade e che ogni volta mi stupisce me lo regala la generosa fioritura delle piante di Robinia pseudoacacia. Le loro infiorescenze a grappoli, bianche e profumate deliziano i miei boschi rendendoli romantici. Alcune pianticelle sono oltre la recinzione di casa, se pur piccole sono fiorite ed il loro profumo al mattino e alla sera è cosi intenso e persistente che lascio le finestre aperte, sperando che pervada tutta la casa.

Da aprile è iniziato il periodo dei matrimoni e queste infiorescenze mi hanno acceso una lampadina …con i grappoli di Robinia, decorerò l’arco in ferro per la cerimonia degli sposi.

Ancora una volta cercherò di imitare il più possibile alla natura. Ricopro il classico arco in ferro con piccoli rami di robinia fioriti che fisso con dello spago color naturale. I grappoli rivolti all’ingiù donano un’aria romantica perfetta per la cerimonia degli sposi. Potrò  aggiungere qualche iris, corolle di daucus carota e  qualche piccola rosa, e sarà perfetto!.

 

Perché passare sotto l’arco?
E’ una tradizione antica e significativa; passare insieme sotto l’arco, simboleggia l’inizio di un cammino insieme. L’inizio di una nuova vita.

il festone da mangiare

Ci siamo quasi …mancano poche ore e il 2016 se ne andrà.
Cosa c’è di meglio che festeggiare l’arrivo del nuovo anno in compagnia dei nostri amici?

E per decorare la tavola della festa: un festone da mangiare. 20161231_festone_da_mangiare-jpg-1Per un festone servono un filo da ricamo, in questo caso argento, un ago, frutta disidratata mista, e  foglie d’alloro come porta fortuna.
20161231_festone_da_mangiare-jpg-5L’alloro è molto apprezzato fin dai tempi antichi, simboleggia il coraggio, rafforza la fiducia in se stessi e l’intuizione, sveglia la chiaroveggenza ed attrae il successo.

Vi ho preparato un video -molto casalingo- per dimostrare quanto è facile e veloce e realizzarlo.  

Tanti Auguri di ❤ per un felice anno nuovo
Buon 2017

20161231_festone_da_mangiare-jpg-3

workshop di Natale al vivaio Piante Spertini

Non vedo l’ora che arrivi sabato 17 dicembre!!!
Una quantità di bacche rosse e bianche, tanto muschio, rami di sempreverdi e tanto altro ci aspettano per il nostro Workshop di Natale.

Per festeggiare l’evento, anche questa volta, ho creato appositamente una decorazione. Una composizione nuova, insolita e molto riciclosa (!?!) Adatta al tavolo del terrazzo e romantica per la tavola delle feste.
Romantica e country per la mise en place della festa, utile per il terrazzo.
Il muschio -immancabile-, i bulbi -mon amour- e le candele creeranno la magia che solo questo fantastico periodo può dare.

Inoltre realizzeremo anche l’immancabile corona di Natale da appendere alla porta, da utilizzare come centrotavola o da regalare all’amica del cuore.

Costo del corso comprensivo del materiale € 15 (a persona)

cilindro di muschio

Ancora una volta è un grande onore -per me- far parte del ricco calendario che Piante Spertini ha organizzato per festeggiare le 80 primavere del vivaio!

Per iscrizioni Vivaio Piante Spertini 
piantespertini@libero.it  Tel. 0332-668501 oppure 0332-601162

Betti Calani 338 2144970
info@betticalani.com – facebook o telefono 0331 991263 oppure 338 2144970

#fioridivenerdì- – – – – centrotavola di corteccia

Sono iniziate le cene sociali, di lavoro, e anche tra amici. Lo scopo è quello di scambiarsi i classici auguri di Natale.
Ecco un’idea -assolutamente riciclabile- per decorare la vostra tavola. 20161209_centrotavola_moderno_di_corteccia-10L’anello è formato da lunghe strisce di corteccia piegate e infilzate. Un filo di ferro le attraversa unendole.
Ho posizionato steli di Dendrobium bianco, rametti di Eucalyptus e porzioni di rami di Abies nordmanniana nelle provette in vetro, nascoste all’interno.

Sul tavolo della festa non possono mancare le candele. In questo caso ho inserito tra le pieghe, candele lunghe e sottili in un color caldo che si intona con la corteccia.
Il nastro infine dona un tocco elegante a questo rustico centrotavola.20161209_centrotavola_moderno_di_corteccia-4Una composizione floreale adatta ad un tavolo tondo, ma anche a quello ovale, posizionandone due. Intonata anche nelle cene cosi dette: in piedi, sulle tavole dei buffet.
20161209_centrotavola_moderno_di_corteccia-9Se lasciate libere le candele -cioè senza protezione del vetro- curatele quando consumandosi arriveranno vicino alla corteccia.

segnaposto per la tavola delle feste al profumo di pino

20161130_segnaposto_con_aghi_di_pino-6

occorrente:
aghi di pinus nigra
filo di ferro in bobina
provetta in vetro o plastica
nastro
fiore reciso

Pino nerofoto web

Staccate gli aghi dal ramo e iniziate a formare un piccolo mazzo pareggiandoli sopra. Prendete una provetta in vetro o in plastica -quelle delle orchidee andranno benissimo -, e nascondetela unendo ,in modo uniforme e preciso, gli aghi di pino tutt’intorno.

Formato il mazzetto, chiudetelo passando il filo di ferro tre volte.

A questo punto: è ora di decorare.
Scegliete un piccolo fiore, quello che più vi aggrada. Io ho scelto: Helleborus niger -detto anche rosa di Natale-, e sistematelo all’interno della provetta (dove prima avrete messo un po’ d’acqua, spero!). Un giro di nastro -nasconderà il filo di ferro-  e rifinirà il vostro mazzetto!

Mi piacciono i contrasti e trovo che stia bene abbinare il piatto di famiglia in porcellana bianca e il bordo in oro, con il sottopiatto nero antichizzato.
Anche per il segnaposto naturale ci sono dei contrasti: helleborus e pino sono elementi presenti nel bosco, semplici e naturali, ma molto eleganti.

Questa piccola realizzazione insieme a tante altre, le potete vedere domenica mattina prima di iniziare a realizzare la ghirlanda.
Una breve mia dimostrazione precederà il nostro workshop: Facciamo la ghirlanda?

20161120_aspettando_il_natale_2016_

Domenica prossima, 4 dicembre ore 10.00, Castelletto sopra Ticino (NO) presso il nuovo spazio Brain in Progress (sopra la Compagnia della Bellezza)

Ad aspettarvi tanto pino, bacche, rami e gli immancabili biscotti al profumo di cannella e zenzero.

♠ info e prenotazioni li trovate sulla locandina oppure ai miei soliti contatti.

🎄corso floreale e workshop ……………Aspettando …il Natale

Il Natale si avvicina e in programma ci sono i consueti Workshop di Natale
...ma anche delle novità:
siamo stati inviati  -io, le mie ghirlande, le pigne, le candele e i fiori-  presso altri spazi

per tenere worskhop di Natale!20161120_aspettando_il_natale

Calendario:

🎄SpazioCorsi – Via xxv aprile,13 – Carnago (VA)
sabato 26 novembre dalle ore 14.00 alle 17.00
lunedí 28 novembre dalle ore 14.00 alle 17.00
sabato 03 dicembre dalle ore 14.00 alle 17.00

🎄Brain in Progress – Via Sempione 114, Castelletto sopra Ticino (NO)
domenica 04 dicembre  dalle ore 10.00 alle 12.30

🎄Piante Spertini – Via Laveno, Cittiglio (VA) 
sabato 17 dicembre dalle ore 14.00 alle ore 16.30

Aspettando il Natale! 
La casa cambia l’abito e indossa quello delle feste.
Un workshop per realizzare la nuova corona di abies da appendere  alla porta, il centrotavola o il candelabro per  illuminare la tavola delle feste, il petit cadeau da regalare all’amica del cuore. Muschio, edera, bacche, abete, rami e i fiori di stagione, saranno i protagonisti del nostro Magico Natale.
☕ un tè speciale -creato per noi-, il dolce di Natale homemade ed il sottofondo musicale accompagneranno la nostra giornata

🆕 chi fosse interessato a realizzare il candelabro chiedo gentilmente di contattarmi entro mercoledí

🚙 clicca qui per il parcheggio

Per informazioni e prenotazioni:
betti@betticalani.com –  facebook o telefono 0331 991263 oppure 338 2144970
Brain in Progress
Piante Spertini  

 è gradita la prenotazione

#fioridivenerdì- – – – – fare il copritorta con le bacche

20161111_copritorta_con_la_rete_dei_polli-39A novembre il giardino è tutto un tripudio di colori, le Camellie sasanqua inziano il loro spettacolo e alcune piante che hanno fiorito in primavera o durante l’estate, sono ricoperte di bacche.

Le rose sono tra queste. I fiori hanno lasciato il posto ai cinorrodi, bacche, che poi sono i frutti della rosa, che con i loro colori, rendono vivo il giardino anche nei mesi dove i fiori sono più difficili ad aversi.
Le bacche, amate da tutti, sono un dono prezioso per chi -come me- ama decorare la casa con i fiori del proprio giardino. Possono essere: rosse, arancioni, bordeaux, gialle ed anche bianche.20161111_copritorta_con_la_rete_dei_polli-3

Oggi per la nostra rubrica, ho scelto di utilizzare le bacche della Rosa Rubiginosa Eglantine. Un generoso cespuglio che dopo l’abbondante fioritura di primavera, si ricopre di una moltitudine di bacche rosse. I cinorrodi sono ovali, piccoli e durano a lungo sia sulla pianta -fino a primavera- che recisi.20161111_copritorta_con_la_rete_dei_polli-45occorrente :
rete dei polli
filo di ferro
pinze
cesoie per il ferro
Se volete realizzare il copritorta per una vostra alzatina, misurate la circonferenza (C = r x 2 x 3,14 )  della base, aggiungendo 2 rombi in più.

Dal rotolo di rete con le cesoie tagliate il rettangolo, e formate il cilindro unendo le due estremità con il filo di ferro. Non tralasciate di piegare i ferri sporgenti. Aiutatevi con delle pinze o mollette.
Da un parte decoreremo con la ghirlanda di bacche e dall’altra invece, con un punto fiorito. Per formare la campana, praticate nella rete dei tagli lunghi circa 10 cm e chiudete aiutandovi sempre con il filo di ferro.
A questo punto la base è fatta.

Con i rami della rosa Eglanteria, ho intrecciato una ghirlanda, che poi ho fissato, sempre con il fil di ferro alla mia base di rete. Sarebbe già carina così ma ho aggiunto in alto -per una mise en place d’effetto- un punto fiorito.

Utilizzate il muskinette -se lo possedete- altrimenti realizzatelo voi. Immergete il pezzo di spugna in acqua, avvolgetelo nella pellicola trasparente e poi chiudetelo nella rete, come se fosse un pacchetto. Fissate in alto il supporto per i fiori, aiutandovi con il fil di ferro oppure anche con delle piccole fascette.

Ora, tutto è pronto per dare il via alla vostra creatività e per preparare la torta della domenica!

20161111_copritorta_con_la_rete_dei_polli-42Buon fine settimana a tutti!

note colturali:
Rosa Rubiginosa Eglantine o Eglanteria è un cespuglio disordinato, spinoso, con forma molto naturale. Le sue foglie sono profumate, sanno di mela verde. I fiori sono semplici, piccoli, rosa rossastro, seguiti da molte belle bacche rosso/arancio. Preferisce crescere come siepe alta e impenetrabile. Cm 350×2