#fioridivenerdì- – – – – – – – – – – la mia lavanda

Nell’aiuola davanti a casa ho piantato le Aspirine Rose, cespugli di rose bianche che fioriscono fino ai primi freddi e cespugli di Lavanda Angustifolia ‘Hidcote Blue’.

lavanda iphone_Con la sua altezza massima di 60 centimetri, questa varietà, dalle dimensioni contenute, creata nel 1950, è ideale per essere piantata in bordura o in vaso.
Il suo colore blu acceso, quasi viola, fa risaltare bene le rose dell’aiuola.
Fiorisce da metà giugno, fino a settembre inebriando con il suo profumo intenso.lavanda iphone1_

Lavanda Hidcoteaiuola con Lavanda Hidcote Blue e Aspirine Rose

Sul  mio post di venerdì scorso  dedicato al mio viaggio in Provenza, ho scritto che il viola e il giallo sono colori che stanno bene insieme.
Ideale anche con  Coreopsis, Dianthus, Helianthemum, Inula, Oenothera…
… giallo e blu.

particolare di L.Hidcote

note colturali
Mettete a dimora le piantine in autunno, si acclimateranno meglio durante l’inverno.
Anche se ama il sole, come tutte le pianta a foglia grigia, la L. Angustifoglia ‘Hidcote Blue’ tollera bene anche la mezzombra. Durante i mesi estivi bagnate con moderazione!
Ricordate che è una pianta da sole, abituata ai climi secchi.
La potatura va fatta a settembre, tagliando non solo le spighe ma scendendo un po’ senza arrivare alla parte spoglia. Cosi facendo si eviterà di far lignificare la pianta con il risultato di non svuotare la pianta sotto, e la conseguenza ad avere meno fiori l’anno seguente.
Ho sempre letto che la vita massima della lavanda è di circa 10 anni, poi occorrerà sostituirle

curiosità
le piante a foglia grigia hanno forma tonda

♥ Ottima recisa!
♥ Anche questa varietà è ideale per essere essiccata!

la donzelletta vien dalla campagna…

Oggi dopo giorni di pioggia e freddo, finalmente è arrivato il sole.
Erano giorni che lo aspettavo!!!voglia d'estate_1Pareva d’essere a fine settembre, quando l’aria è frizzantina, il cielo è azzurro e le nuvole sono bianco candido. Ma nel pomeriggio sono uscita a fare una breve passeggiata con lo scopo di raccogliere dei fiori semplici, di campo. Non sono andata tanto lontana.  Ai bordi della strada c’è una vasta scelta.
Volevo realizzare dei vasi fioriti e il tempo ultimamente non me lo permetteva!voglia di estate_3

come si fa
oggi non servono le spiegazioni, è sufficiente rubare l’idea e personalizzarla voglia di estate_5

il trucco:
siete di fretta? Avete una cena e non avete tempo di andare a raccogliere i fiori o di realizzare il vasetto fiorito?

Potete farlo il giorno prima.
Lascerete i gambi lunghi in modo da poter immergere il vasetto realizzato come un normale fiore reciso -ricordate di inserire all’interno un po’ d’acqua o un peso –
Hanno un’aria proprio estiva, non vi pare? Vi assicuro, di grande effetto.voglia di estate_8

Ideali per una tavolata estiva, io li posiziono anche in casa qua e là. Appoggiati sul davanzale della finestra della cucina o anche vicino al pc 😉

 

voglia di estate_6

Vi aspetto venerdì con una sorpresa fiorita

#fioridivenerdì- – – – – – – – – – la Provence una profusione di viola e giallo

Finalmente  sono riuscita anch’io a vedere e toccare con mano la lavanda della Provenza

Sentirne il profumo era inevitabile!!!

provenza_betti

Erano quasi le 8 di sera e non ero ancora arrivata a Fontalquier, il paesino medievale, che con il suo accogliente e delizioso albergo, ci aspettava per il nostro soggiorno in Provenza.
Quando il primo campo viola mi è apparso all’improvviso dietro la curva, ho aperto al volo la portiera dell’auto per scendere, e un profumo intenso di lavanda mi ha investito, avvolto come una sciarpa di seta, inebriandomi per tutto il mio séjour français.

Lo so è un po’ inflazionata in questo periodo, tutti ne parlano,  postano foto, danno ricette e consigli su come tagliarla e conservarla.
Io  mi limiterò a portarvi a vedere i campi viola, ma anche gialli, due colori che ho scoperto, stare benissimo insieme. 😉

Per chi come me, la vede per la prima volta, lo stupore è forte!

provenza

20140625_Provenza_ (25)
20140625_Provenza_ (43)

20140625_Provenza_ (70)

immense distese di campi di Lavanda20140625_Provenza_ (76)

a Bonnieux anche gli antoni delle case sono color lavanda

A far da contrasto a tutto questo viola ci sono i campi di girasole che iniziano a punteggiare di giallo, quelli di grano e i pendii ricoperti da ginestre.

20140625_Provenza_ (94)

Ginestre tra  Lourmarin e Apt 20140625_Provenza_ (27) 20140625_Provenza_ (105)

prodotti tipici nella Cave di Fontalquier20140625_Provenza_ (109) 20140625_Provenza_ (110) 20140625_Provenza_ (119)

nelle tipiche vie dei paesini provenzali c’è chi porta la mia borsetta
faceva caldo , 34 gradi, ed io avevo appesa al collo la macchina fotografica, come una vera reporter
20140625_Provenza_ (121)

Anche le signore vestono Ton sur Ton : tutto color lavanda20140625_Provenza_ (77)

sarà per il caldo, sarà che ultimamente sono à la mode, ma i  cappelli sono  deliziosi e donano un tocco di femminilità e glamour20140625_Provenza_ (122)

cucù…per le vie di Manesque20140625_Provenza_ (126)

l’insegna del fabbro20140625_Provenza_ (130) 20140625_Provenza_ (146) 20140625_Provenza_ (149)

 20140625_Provenza_ (154) qualcun altro ne è rimasto affascinato20140625_Provenza_ (155)

20140625_Provenza_ (164) 20140625_Provenza_ (167) 20140625_Provenza_ (178) 20140625_Provenza_ (180) 20140625_Provenza_ (186)

 

20140625_Provenza_ (190)

#fioridivenerdì- – – – – – – – – – la Provence una profusione di viola e giallo

Finalmente  sono riuscita anch’io a vedere e toccare con mano la lavanda della Provenza

Sentirne il profumo era inevitabile!!!

provenza_betti

Erano quasi le 8 di sera e non ero ancora arrivata a Fontalquier, il paesino medievale, che con il suo accogliente e delizioso albergo, ci aspettava per il nostro soggiorno in Provenza.
Quando il primo campo viola mi è apparso all’improvviso dietro la curva, ho aperto al volo la portiera dell’auto per scendere, e un profumo intenso di lavanda mi ha investito, avvolto come una sciarpa di seta, inebriandomi per tutto il mio séjour français.

Lo so è un po’ inflazionata in questo periodo, tutti ne parlano,  postano foto, danno ricette e consigli su come tagliarla e conservarla.
Io  mi limiterò a portarvi a vedere i campi viola, ma anche gialli, due colori che ho scoperto, stare benissimo insieme. 😉

Per chi come me, la vede per la prima volta, lo stupore è forte!

provenza

20140625_Provenza_ (25)
20140625_Provenza_ (43)

20140625_Provenza_ (70)

immense distese di campi di Lavanda20140625_Provenza_ (76)

a Bonnieux anche gli antoni delle case sono color lavanda

A far da contrasto a tutto questo viola ci sono i campi di girasole che iniziano a punteggiare di giallo, quelli di grano e i pendii ricoperti da ginestre.

20140625_Provenza_ (94)

Ginestre tra  Lourmarin e Apt 20140625_Provenza_ (27) 20140625_Provenza_ (105)

prodotti tipici nella Cave di Fontalquier20140625_Provenza_ (109) 20140625_Provenza_ (110) 20140625_Provenza_ (119)

nelle tipiche vie dei paesini provenzali c’è chi porta la mia borsetta
faceva caldo , 34 gradi, ed io avevo appesa al collo la macchina fotografica, come una vera reporter
20140625_Provenza_ (121)

Anche le signore vestono Ton sur Ton : tutto color lavanda20140625_Provenza_ (77)

sarà per il caldo, sarà che ultimamente sono à la mode, ma i  cappelli sono  deliziosi e donano un tocco di femminilità e glamour20140625_Provenza_ (122)

cucù…per le vie di Manesque20140625_Provenza_ (126)

l’insegna del fabbro20140625_Provenza_ (130) 20140625_Provenza_ (146) 20140625_Provenza_ (149)

 20140625_Provenza_ (154) qualcun altro ne è rimasto affascinato20140625_Provenza_ (155)

20140625_Provenza_ (164) 20140625_Provenza_ (167) 20140625_Provenza_ (178) 20140625_Provenza_ (180) 20140625_Provenza_ (186)

 

20140625_Provenza_ (190)

Decorazioni en plain-air

Appena arriva la bella stagione è piacevole stare all’aria aperta!
Già  a marzo quando il sole di mezzogiorno è caldo, ma l’aria è ancora frizzantina, indosso un piumino e apparecchio il tavolo in ferro sotto al portico per pranzare sfidando i no della famiglia.  Non c’è cosa più bella per me!20140107_Pombia_prato_nuovo (13)_

Siamo in estate, anche se in questi giorni, la bella stagione, tanto attesa, tarda ad arrivare!

Mi piace l’estate, il sole mette il buonumore  invogliandomi ad uscire e ad organizzare piacevoli incontri… Cosi’ le occasioni per stare en plain-air si moltiplicano: un compleanno da festeggiare, una cena tra amici, la quotidianità della colazione del mattino o della cena con la mia famiglia.

Non rinuncio mai a decorare la tavola o il terrazzo con dei fiori appena colti.
E per questa estate vi suggerisco dei facilissimi cache-pot da appendere al muro in modo semi-permanente.20140526_Feletig_00

Ho realizzato dei coni di diverse misure utilizzando la rete dei polli. – dei cachepot casalinghi e handmade dove poter mettere dei piccoli vasi con i fiori recisi, dei porta vasetti con candele o anche un bel fascio di erbe di campo.20140526_Feletig_01_

come si fa:
in ferramenta acquistate della rete, la vendono a rotoli in diverse altezze;
ritagliate un quadrato della misura 25 centimetri di lato, arrotolate la rete dandogli la forma del cono;
chiudete affrancando i gancetti della rete ai buchi della stessa;
in base ai colori della vostra casa e della disponibilità dei fiori, date un colore al vostro cono
ritagliate da un foglio di carta colorata un quadrato della misura di 20 centimetri(servirà a rafforzare il colore del fiore scelto ma sopratutto a nascondere il vaso che lo conterrà)

A questo punto inserire il cono colorato nel cono di rete e inserire un piccolo vasetto, un bicchiere di plastica, o la classica provetta con il mazzetto di fiori. Non dimenticate l’acqua!!!

Cono Rose 2_foto Marina Torre – Workshop Feletig

 

Come appenderlo?
I muri dei terrazzi di solito sono ricoperti da rampicanti, gelsomini veri o finti, rose rampicanti, buganvillee, e altro, appendeteli ai loro chiodi.
Oppure agganciateli con un filo invisibile al treillage che sostiene il rampicante. Non fate vedere come è appeso il cono!
come se fossero sospesi…

cono in rete         Masino 2014 – negli stand – appeso anche ai classici gazebo

 

Come ho appeso il cono sul mio terrazzo
ho sfruttato il buco esistente che ci sono in queste tipiche porte, che noi abitanti della via Mergozzo, chiamiamo : porte del Mergozzo. Tutte le vecchie case avevano o hanno questo tipo di portoncino.
Il buco serviva da spioncino? Non lo so, io ci ho infilato l’Hydrangea Macrophylla da una parte per sostenere il cono dall’altra parte.

20140701_Pombia_fuchsia_magellanica (119)_ 20140701_Pombia_fuchsia_magellanica (120)_ 20140701_Pombia_fuchsia_magellanica (121)_