#fioridivenerdì – – – – – – – – – – – – – – – – – mazzo floreale futurista

Ed eccoci arrivati a venerdì

Di ritorno dall’esperienza comasca, ho ancora l’adrenalina in corpo.
Carica di nuove idee e progetti, oggi vi propongo un mazzo floreale futurista, vi piace il titolo?vaso futurista

Delle foglie secche sono state incollate su una base circolare. Al centro del disco un foro dove far passare i fiori .
Un melograno, un  caco,  cinorrodi, meglio conosciuti come bacche di rose, con  gerbere arancio, girasoli , crisantemina e ortensie, foglie di fico e rami di olivo. In ultimo lunghi tralci di vite canadese (ampelopsis brevipenduculata) ad ammorbidire. Insieme elementi con diverse forme, a formare un allegro e spiritoso mazzo floreale.
Frutti e fiori di stagione,  che potrete reperire facilmente anche Voi.

particolare di vaso futurista vaso futurista dall'alto

Adoro le bacche e la stagione autunnale ne è generosa.Tantissime sono le varietà di piante, rose, cespugli, alberi che in autunno si ricoprono di bacche, piccoli frutti, dalle diverse forme e dai tanti colori.

L’occasione per ammirarle ci viene proposta sabato 26 e domenica 27 Ottobre ad Arignano, nel vivaio rosebacche.
Pennellate di bacche, luci, ombre e colori autunnali  è la festa che Maurizio Feletig e Alessandra ci hanno preparato. Il vivaio specializzato in arbusti da bacca, io lo definisco: una deliziosa bomboniera che rispecchia il gusto, la cura e la passione che i proprietari hanno del loro angolo di paradiso.

Colgo l’occasione per segnalare il mio workshop di sabato 26 ottobre

Il laboratorio inizierà facendo un giro in vivaio e dintorni alla scoperta delle piante da bacca. Si raccoglierà il materiale necessario per  realizzare le composizioni floreali che verteranno sui toni accesi e caldi dell’autunno.

Altri laboratori durante la festa vi attendono: Caterina Sciancalepore con le sue ceramiche ludiche, che per l’occasione ha creato un oggetto adatto al nostro workshop floreale e  Simonetta Chiarugi che attraverso la tecnica dell’acquarello insegnerà ad osservare minuziosamente le bellezze della natura.
Inoltre se conoscete lAssociazione Maestri di Giardino e volete delle informazioni, questa sarà un’occasione per chiedere tutto quello che vi passa per la mente. Maurizio, Simonetta ed io, saremo felici di parlarvene. 

Il fine settimana offre altre novità che non vi svelo, alcune potete leggerle qui oppure nell’agenda di Gardenia di Ottobre

DSC_1183t

mostre e open-day

Anche in autunno come in primavera il calendario è ricco di appuntamenti interessanti.
Questo fine settimana, la scelta è ampia.  Ve ne segnalo due:

la mostra
harboreabanner

Livorno
Inizia oggi alle 14.30 Harborea   mostra- mercato di giardinaggio ma non solo. Nata tre anni fa ha uno scopo ben preciso: raccogliere fondi per il restauro del Parco ottocentesco di Villa Mimbelli che incornicia Museo Fattori.

Mostra mercato di piante, fiori, piante esotiche, ortaggi, spezie e sementi. Inoltre arredi da giardino e prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati
Durante tutto i tre giorni dell manifestazioni oltre a piante e fiori insoliti, ci saraanno, conferenze, letture e laboratori

Il programma del Caffè letterario  diviso in tre temi, è vario ed interessante.  Per citarne alcuni:

venerdì
16.15 – Francesca Marzotto Caotorta conversazioni sulle rose ‘’Le rose italiane’’,
ovvero  Le rose nate dal talento dei vivaisti italiani.
sabato
11.30 – Carlo Pagani “Nel bosco giardino” , il maestro giardiniere, dopo il suo intervento, ci accompagnerà tra gli espositori con consigli e novità.
17.30 – Nuove letture: Daniele Mongera presenterà la collana editoriale e le pubblicazioni dell’Associazione Maestri di giardino. Interveranno le autrici Elisa Benvenuti con “Mille salvie” e Rita Paoli con “Ballando sui tavoli”.
domenica
11 Mimma Pallavicini  “L’acqua e il giardino” impariamo ad annaffiare nella giusta maniera le nostre piante.
16.30 – Nuove letture: Guido Giubbini presenterà il  secondo volume de “I giardini” e parlerà dell’importanza dell’acqua nei giardini rinascimentali.

l’open-day
untitled

Castelletto sopra Ticino

Due giorni in vivaio dedicati all’autunno

 Il Vivaio Fratelli Leonelli sabato 13 e domenica 14 ci invita a fare una passeggiata nel suo magnifico vivaio-giardino. Un angolo di inghilterra  a Castelletto sopra Ticino. E’ questa l’atmosfera che si respira oltrepassando il cancello. Grossi aceri, ginko biloba, liquidambar insieme alle tantissime varietà di erbacee perenni ci accolgono e ci accompagnano durante tutto il percorso. Aperto dalle 9.30 al tramonto.

Un elenco dettagliato di tutte le fiere, le mostre e gli open-day lo trovate sul blog di Daniela Di Matteo Fiori & Foglie