Nei vasi del terrazzo

Ci aspettano 3 giorni di vacanza con tempo bello e caldo. Il clima invita a stare all’aperto in terrazzo o in giardino. Se ancora non avete pensato a che cosa mettere nei vasi per il vostro dehors, questo fine settimana è l’occasione giusta per farlo.

Sono ormai anni che nei grossi vasi posti vicino alle colonne del portico, inserisco un mix di piante fiorite. L’anno scorso mi sono cimentata con le piante di Petunia Sweetunia ‘Black Satin’, vedi qui, ma sono rimasta un po’ delusa.Dopo poco tempo le belle petunie nere si sono ammalate!
Quest’anno ho voluto ritentare con il colore scuro -quasi nero- acquistando due piante di salvia guaranitica ‘Black and Bleu‘.

Una pianta l’ho posta al centro del vecchio vaso in cotto  insieme a tre piante di Sundaville (Dipladenia) ‘Beauty White’, e l’altra sempre in un vaso in cotto, un po’ più moderno, da sola. Sembra che diventi grandissima e molto larga. Io me lo auguro, amo le piante che escono dai vasi.
Pare dicano: brava giardiniera!!!

Come sempre sul fondo di ogni vaso, prima di inserire del buon terriccio, ho fatto uno strato di 4 centimetri ca. di argilla espansa – ma vanno bene anche alcuni pezzi dei vasi rotti in cotto – , servirà per drenare.

Al centro ho inserito una pianta di Pelargonium odoroso, bellissimo! Leggero ma riempitivo, con fiori quasi inesistenti ma molto eleganti. Sul retro del vaso, una novità: sembra una Margherita ma con le foglie e il portamento di un Cosmos …non so il nome pero’! Mi informerò! …amo sperimentare ormai lo avete capito. La sua crescita è discreta e dona colora alla composizione. A sinistra una pianta di Scaevola ‘Print White’, pianta generosa, cascante e che ama stare in compagnia.

Una composizione mista risalta se ha movimento!
Ora siamo all’inizio della stagione e sono già rigogliose, chissà a fine estate…

Annunci

#fioridivenerdì – – – – – – – – pelargoni botanici

In occasione dell’ultima edizione di Tre giorni per il giardino, mostra-mercato che si svolge tutti gli anni a Masino, ho incontrato nuovi pelargoni botanici.
Bellissimi!!! E’ stato amore a prima vista! Mi sono chiesta: come ho potuto non notarli prima?Ero nello stand di L’oasi del Geranio per acquistare il mio consueto Pelargonium tomentosum,(leggi qui) quando abbassando gli occhi, ho notato questi fiorellini delicati ed eleganti di Pelargonium echinatum (in foto).

Non li ho acquistati per timore di incontrare qualche difficoltà nella coltivazione. Ma arrivata a casa, me ne sono pentita …
I botanici sono piante poco ibridate, molto simili a quelle spontanee e di conseguenza più forti e più resistenti alle malattie. Sicuramente poco appariscenti e forse poco fioriferi, ma affascinanti e vere!

Oggi è iniziata Orticola, la Mostra Mercato che si svolge  da 22 anni nel cuore di Milano,  nei giardini Indro Montanelli.  La manifestazione è da sempre un’occasione per  acquistare e conoscere piante rare ed insolite, incontrare seri vivaisti, assistere a laboratori e conferenze.

Io ci andrò domenica mattina per acquistare qualche pelargonio botanico. Spero di trovarne ancora. Vorrei acquistare oltre a quello in foto: P. Pulchellum e  P. Royal Oak, proverò da
L’oasi del Geranio
Malvarosa