#fioridivenerdì – – – – – – – – l’arco fiorito degli sposi

Ogni mattina apro la finestra, mi affaccio e scruto il giardino per vedere se qualcosa è cambiato. In effetti è così, in questa incredibile stagione, ogni giorno sboccia un fiore. Finita la perlustrazione quotidiana, allungo lo guardo: in fondo c’è la collina, e scopro che è tutta bianca. Una macchia leggera che pare un morbido pizzo, ricopre le cime degli alberi.

Lo spettacolo che ogni anno accade e che ogni volta mi stupisce me lo regala la generosa fioritura delle piante di Robinia pseudoacacia. Le loro infiorescenze a grappoli, bianche e profumate deliziano i miei boschi rendendoli romantici. Alcune pianticelle sono oltre la recinzione di casa, se pur piccole sono fiorite ed il loro profumo al mattino e alla sera è cosi intenso e persistente che lascio le finestre aperte, sperando che pervada tutta la casa.

Da aprile è iniziato il periodo dei matrimoni e queste infiorescenze mi hanno acceso una lampadina …con i grappoli di Robinia, decorerò l’arco in ferro per la cerimonia degli sposi.

Ancora una volta cercherò di imitare il più possibile alla natura. Ricopro il classico arco in ferro con piccoli rami di robinia fioriti che fisso con dello spago color naturale. I grappoli rivolti all’ingiù donano un’aria romantica perfetta per la cerimonia degli sposi. Potrò  aggiungere qualche iris, corolle di daucus carota e  qualche piccola rosa, e sarà perfetto!.

 

Perché passare sotto l’arco?
E’ una tradizione antica e significativa; passare insieme sotto l’arco, simboleggia l’inizio di un cammino insieme. L’inizio di una nuova vita.

#fioridivenerdì – – – – – – – – in Toscana a camminare tra le pratoline

è stato magnifico!
Recentemente ho passato qualche giorno in Toscana, a Saturnia. Sono rimasta molto colpita dal paesaggio e dalla grande quantità di flora e fauna che in questo periodo dell’anno è presente. Oltre  alle pratoline, sotto gli alberi erano già spuntati i Muscari, l’Anemone hepatica, le scille e altri fiori che non conosco. Volpi e conigli attraversavano il campo con tranquillità.

Al mattino e alla sera, quando i raggi del sole non erano ancora arrivati a riscaldare le corolle delle margherite, il prato era di un color rosa intenso. Ma appena giungeva il sole, ad illuminare e a scaldare le lunghe distese di pratoline, i prati diventavano grandi distese tutte bianche!Domani è il primo week-end di primavera, festeggiamolo insieme con un piccolissimo bouquet di pratoline e ulivo.

#fioridivenerdì – – – – – – – – – – – – – – – – – passeggiata nel bosco

una passeggiata nel bosco_068520131024_passeggiata nel bsoco_0712

per ammirare lo spettacolo della natura che giorno dopo giorno cambia, ma anche,  per raccogliere qualche fiorellino per il nostro appuntamento del venerdì. 

20131024_DSC_passeggiata nel bosco_0690

20131024_passeggiata nel bosco02
passeggiata nel bosco._0688
20131024_passeggiata nel bosco_0740

Ieri dopo giorni e giorni di pioggia e buio, senza consultare il meteo.it (non lo faccio mai!) ho chiamato Cristina, un’amica con la quale condivido tante passioni, per andare a fare una passeggiata.
Armate di stivali, impermeabili e cappelli, sperando in una tregua ci siamo avventurate nel bosco.
Da non credere! Non ha piovuto!20131024_passeggiata nel bosco_0715 20131024_passeggiata nel bosco_0739

Strada facendo ho formato un mazzolino con delle erbe di campo belline che non so il nome, qualche rametto di polygonum, fili di graminacee di un colore straordinario, bacche di rosa canina e euonymus ecc.  Durante tutto il tragitto abbiamo visto cose interessanti… Una in particolare: delle sedute in muschio meravigliose, e non esagero. Vi svelerò prossimamente.
Sarà una sorpresa per chi ama il muschio, ne sono sicura!

A casa ho diviso tutto il bottino per tipologia, e ho realizzato dei semplici mazzolini campagnoli ma autunnali, è solito pensarli primaverili… che ho messo in piccole bottiglie di diverse misure a seconda della loro dimensione.

Li posizionerò qua e là in casa.: sul davanzale della cucina, sul tavolino vicino al paralume. Ma prima li userò per abbellire la mia tavola di questa sera.  Li disporrò in fila tra una candelina e l’altra.. è venerdì!

A Cristina, il mazzolino l’ho regalato ieri… sicuramente l’avrà posizionato accanto alla teiera sul vassoio, per il  suo immancabile the delle five o’clock!

Il servizio fotografico, passatemi il termine, è stato fatto a quattro mani, grazie Cri!insieme di mazzolini

il mazzo floreale in rosso

Protea, celosia, hydrangea macrophylla, girasoli e tanto tanto altro ancora per una signora che ama il rosso e i mazzi floreali importanti. Aggiungerei esagerati.

Ma i complimenti sono arrivati e io lo condivido con voi augurandovi

Buona Domenica

mazzo flroeale sul rosso

ranuncoli e anemoni mi aspettano

a Verdemura  (Lucca) per un laboratorio floreale:

«Bouquet e creazioni di primavera con ranuncoli e anemoni»
I visitatori possono apprendere le regole di una composizione floreale e chiedere l’allestimento gratuito di piccole composizioni, anche per decorare vasi e oggetti acquistati in mostra..

domenica 7 Aprile  ore 10-16
presso il loggiato del Castello di Porta Santa Maria

manifesto_verdemura_2013