#fioridivenerdì- – – – – – – seduta sulla panchina ad osservare il mio giardino

Guardo compiaciuta il lavoro svolto in questi anni: un bell’angolo verde! Non era proprio così quando arrivai qui, un po’ di anni fa. A dire il vero, c’erano tanti grossi alberi ad alto fusto, perlopiù sempreverdi, nessuna erbacea perenne, nessun rampicante e disseminate qua e là nel prato piante di rose moderne.

… Ma non voglio tediarvi con la storia del mio giardino, che poi sarà sicuramente simile alle vostra.

Oggi nella giornata dedicata ai lavoratori, vorrei invece invitarvi, a riposare sulla vostra panchina. Soffermarsi ogni tanto fa bene, aiuta a rigenerarsi.

winter garden – giardino degli hamamelis

Anche quest’anno, il dott. Cammarano apre al pubblico il cancello del suo winter garden . Fino al 3 Marzo, ma solo di sabato e domenica, si potrà visitare il giardino dalle 10 del mattino alle 18 di sera, salvo la pausa pranzo.giardino dott. Cammarano

Il cancello lo si trova aperto, l’ingresso è libero. Ad attenderci c”è il proprietario, grande appassionato e conoscitore di piante, ha ideato questo giardino invernale, curandolo  personalmente. Ha diviso l’appezzamento in cinque stanze, un modo per rendere il giardino  interessante  e per dar maggior risalto  alle piante che lo compongono. Dei fogli posti su un tavolino all’entrata ci verranno in aiuto durante la visita. Per un maggior approfondimento di ciò che andremo a scoprire, il dott. Cammarano, presidente del Garden Club Borgomanero, ha preparato due manuali pratici.
Tanti sono gli spunti interessanti in questo giardino: una bella collezione di Cornus sibirici, un arboretum dove crescono alberi, come betulle, prunus e aceri dalle cortecce interessanti, una collezione di Aucuba e tanti altri.

Ma quello che desta più l’interesse in questo periodo dell’anno è la fioritura degli Hamamelis. Un arbusto deciduo, dalla fioritura invernale, a volte profumata. Abbastanza raro in natura. Se ne contano due varietà in Asia e due in America. 

particolare di hamamelis

Passando da una stanza all’altra, anche se in queste mattine il termometro segna ancora temperature al di sotto dello zero, si percepisce che stiamo uscendo dall’inverno e che tutto ricomincia. I raggi del sole ci deliziano con il loro calore allungando le giornate, dando modo così, alle piante, di risvegliarsi in fretta.

Entrando nella prima stanza, sulla destra incontriamo un esemplare di  Hamamelis Brevipetala, una vecchia cultivar del 1935 , dalla fioritura sui toni del giallo. Guardando invece a sinistra, si può ammirare Hamamelis x Intermedia “Livia”, una cultivar creata dalla botanica belga Jelena De Belder, in Italia raramente proposta. Numerose sono le cultivars di Hamamelis presenti. 

DSC_0054

Hamamelis Brevipetala

Le fioriture di questi meravigliosi arbusti, la maggior parte dei quali profumati, donano al giardino luce ed eleganza. Troviamo così:  il profumato H. Mollis,  i  fiori arancio-ramato di H. x Intermedia “Aphrodite” , il rosso  H. x Intermedia “Diane”, il profumato e conosciuto, sa di  muschio umido, H. x Intermedia “Arnold Promise” e tanti altri .
Via via che attraversiamo le stanze, molteplici sono le piante che destano interesse.

panchine1

sottobosco

Nelle prime due stanze ai piedi degli arbusti decidui si sta “spontainizzando”, come scrive Umberto Cammarano sulla dispensa presa all’entrata, Cyclamen Coum, un piccolo ciclamino proveniente dalla Turchia, molto fiorifero e resistente al freddo. Inoltre macchie bianche di  Galanthus Elwesii ingentiliscono il ‘sottobosco’.

tra la 3a e la 4a stanza

giardino0084 giardino128 giardino

giardino0069 acero e hamamelis colonne di mattoni

pigna su colonna di mattoni

Il giardino è impreziosito da angoli romantici come la vasca dei pesci rossi, con a guardia un grazioso coniglio in pietra. Eleganti sedute poste sotto gli alberi, statue, e qua e là  mangiatoie per uccelli che rendono vivo il giardino.

panchina in ferro

dal corylus avellana

dott. Cammarano e pubblicazioni

Amando il giardino in tutte le sue forme e stagioni, mi sono lasciata ‘prendere’ la mano e ho postato forse un po’ troppe immagini. Le dedico a tutti ma soprattutto a chi non ha la possibilità di visitarlo.

Il giardino si trova a Borgomanero, frazione Santa Cristina
aperture:
Febbraio 23 e 24
Marzo 2 e 3
Per informazioni potete scrivere a  umberto.cammarano@gmail.com.

Elogio alla pigrizia

Le appoggio un attimo sulla panchina, per fare poi  una  composizione floreale.  L’attimo è diventato un’ora, due e alla fine tutto un pomeriggio. Dovevo fare la composizione, ma per quasi tutto il tempo, ho avuto  qualcos’altro di più urgente da fare. Mettere a dimora le piantine  da orto acquistate alla TRE GIORNI DI MASINO, finire col giardino e pensare alla cena. Nel frattempo sono arrivate le cinque, l’ora del the! Cascasse il mondo, ma un goccio me lo bevo! Con la mia tazza in mano,  guardavo il giardino per capire cosa mi rimaneva ancora da fare. E’ stato in  quel momento che ho capito il “fare altro” del pomeriggio. Un mazzo di meravigliose peonie dai colori vivaci ed eleganti, stava sulla panchina insieme ai libri della MTSA. La fatidica composizione l’avevo già fatta, senza pensarla!

 Non vi ho detto, che tornando da “Masino”, a farmi compagnia sul sedile accanto,  c’erano loro, le peonie. Un regalo dato con cuore, con semplicità, come sa essere lei, Susanna Tavallini del Vivaio La Montà. Grazie Susanna!!! Ci vediamo venerdì ad orticola.

    

Per informazioni: 

Vivaio La Montà –  Via Vittorio Veneto,8 Frazione S. Eusebio 13060 Roasio (VC)

telefonoe fax 0163.87.212          e-mail   susanna.tavallini@alice.it

 

 

 

 

 

 

Per saperne di più cliccate qui:

 http://maestridigiardino.files.wordpress.com/2012/03/scheda-susanna-tavallini.pdf