#fioridivenerdì- – – – – autunno, che spasso tra le foglie

L’AUTUNNO che invoglia.
Oggi niente fiori, ma foglie. Gialle, arancio, rosse …

20151029_Autunno_a_Carnago (19)A

Una giornata calda e soleggiata come questa non capita spesso e sicuramente è stato l’Hamamelis davanti alla finestra del mio studio che mi ha spinto ad uscire e a rimanere in giardino fino al tramonto.
Con le sue foglie gialle calde mi rallegra e mi fa compagnia quando sono davanti al mio computer.
Anche le foglie delle rosa rugosa stanno pian piano ingiallendo passando dai verdi un po’ acidi ai gialli.

Le foglie delle hoste anch’esse gialle e un po’ mangiate dalle affamate lumache sanno d’autunno.
Mentre raccolgo le foglie di magnolia grandiflora per un piccolo bouquet da portare a Monica, raccolgo anche le pigne che – bellissime – quest’anno in quantità, punteggiano tra le foglie verdi.

Il tappeto di foglie sotto al caco è una meraviglia, da farci una cartolina.

Che altro di giallo in questa stagione qui? Sicuramente anche il ciliegio. Le sue foglie verdi leggere stanno virando al giallo paglierino. Apprezzo molto le betulle, leggere, che con i suoi rami penduli con ancora qualche fogliolina, creano un effetto tenda sul sentiero che porta al prato.

#fioridivenerdì- – – – – – – – – perché i girasoli piacciono tanto?

SONO forti, vitali e ottimisti! Anche nelle giornate più buie si sforzano sempre per trovare il sole!
20151017_workshop_d'autunno (21) 20151023_girasole_

Una composizione decisamente di stagione, allegra e autunnale, che ha lo scopo di portare nelle nostre case i colori di questa incredibile stagione.
Nel cesto quadrato in vimini: oltre ai colorati girasoli, rami di Cornus Florida, frutti di Malus Evereste, Ortensie, Tuje, Bacche di Rosa Eglanteria, infiorescenze di Miscanthus20151022_girasole_1Il girasole, Helianthus, deriva da due parole greche “helios” (sole) e ”anthos” (fiore) in riferimento alla tendenza di questa pianta a girare sempre il capolino verso il sole, comportamento  noto come eliotropismo.

Ordine! Ordine! Ma non sempre è necessario neanche per la Pyracantha …anzi

In una giornata di sole come oggi ho vinto la pigrizia, e, abbandonato il computer e la casa sono uscita a fare una passeggiata.
Che meraviglia!
E’ così che intendo l‘Autunno: caldo, colorato, allegro che infonde gioia e dà la carica.20151022_Pyracantha_coccinea (14)APercorrendo una via nuova -per me- mi sono accorta che tutte le abitazioni che ho incontrato avevano come recinzione una siepe. Per tutte le case -o quasi-,  anche se con stili ed età diverse di costruzione, la siepe era formata da piante di Pyracantha coccinea.
Un arbusto validissimo per formare siepi. Valido per la presenza di lunghe spine sui rami contorti che rendono difficile le intrusioni, ma al contempo molto scenografico per la profusione di piccoli frutti rossi, gialli o arancioni, che in autunno lo ricoprono letteralmente.20151022_Pyracantha_coccinea (11)AQuasi tutte le siepi però avevano poche bacche, qualche mazzetto qua e là.20151022_Pyracantha_coccinea (6)ACome mai? La pianta non ha fruttificato bene?
Io penso di no.
E’ il frutto della potatura drastica, all’insegna dell’ordine che deve regnare sovrano. Sempre!
E così in autunno, invece di vedere macchie di colore che segnano le stagioni in giardino, si vedono sempre più, piante e muri verdi, ordinati e ben allineati come nel nostro caso, ma anonimi e non valorizzati! 20151022_Pyracantha_coccinea (10)AE così vale anche per i cespugli di rose che in autunno non hanno neanche un cinorrodo o bacca. Colpa della mania di recidere le rose sfiorite al grido: fa disordine!
I petali che cadono sporcano tutto il prato! Stanno male!
Oppure per citare un’altra vittima: anche la povera edera, così bella con le sue infiorescenze gialline che poi all’inizio dell’inverno diventeranno bellissime bacche nere, è sempre oggetto di drastiche potature errate.

Ma perché tagliare e potare sempre in ogni periodo dell’anno?
Eppure amate le bacche, lo so di sicuro. Ad ogni scatto fotografico di un giardino autunnale cliccate mi piace, e ad ogni composizione floreale, centrotavola o ghirlanda che sia realizzata con anche le bacche, impazzite letteralmente dalla gioia.
Bo! Una moda?20151022_Pyracantha_coccinea (12)A

note culturali
La Pyracantha coccinea o Agazzino è un cespuglio sempreverde che ben si adatta ad ogni tipo di terreno. Non ha particolari esigenze se non quella di vivere meglio in posizioni assolate. I suoi fusti disordinati e la presenza di lunghe spine sono una barriera impenetrabile. Ecco perché di solito viene utilizzata per la formazione di siepi. Le sue foglioline sono verde scuro e lucide, quasi coriacee. A primavera la pianta si ricopre di minuscoli fiori bianchi a forma di stella molto profumati che in autunno diventano frutti. Piccole bacche rosse, gialle o anche arancione dipende dalla varietà.

Se potete non usatela solo come siepe ma anche come una pianta da posizionare in un angolo del giardino oppure …come un vero rampicante.20151022_Pyracantha_coccinea (15)

Non tutti potano drasticamente però. Durante le mie passeggiate ho scoperto questo bellissimo esemplare!

workshop d’autunno/2

——————–Nuovo workshop Mercoledì 21 ottobre alle ore 14.30—————-12105858_198872510458347_6213101096699505965_n

presso lo Spazio Corsi si ripete Fiori e Frutti per la tavola d’Autunno.
Prendendo spunto da quanto la natura ci mette a disposizione in questa incredibile stagione, spunti e idee per una mise en place autunnale.

 

 Momenti del workshop di sabato

info e prenotazioni qui

#fioridivenerdì- – – – – mise en place autunnale shuè shuè

Siamo di fretta in questo fine settimana di ottobre! Tanti gli appuntamenti dove andare e le cose da vedere.
Ma …mi porto avanti e preparo una mise en place per la serata di sabato. È facile, duratura e buona, fatela anche voi!20151016_mise_en_place_d'autunno

Occorrerà un piatto, meglio se piano, del muschio anche secco, delle prugne viola, fiori di Ortensia sul rosa, dei boccioli di Aspirine Rose, rametti di Acero, spighe di Erica calluna bianca, fiori di Erba Luigia e di Verbena bonariensis.
Ma se a disposizione avete altri fiori andranno benissimo, basterà rimanere sulla nuance del rosa e del viola con accenni di verde non brillante.20151016_mise_en_place_d'autunno_2Buon fine settimana a tutti!

#shinedon’tbeshy

Qualche settimana fa sono stata contattata dalla rivista di moda Glamour per partecipare a #DressYourTalent, iniziativa volta a promuovere il nuovo profumo di Dior Addict.Betti_Calani_#DressYourTalent promossa da Glamour e Dior 0132 (2)Mi hanno chiesto così di realizzare una composizione che riuscisse a rappresentare al meglio la fragranza in uscita.
Il premio?
La possibilità di partecipare all’esclusivo evento mondano tenutosi l’8 ottobre a Milano presso lo spazio Bou-tek, organizzato dalla partnership di Dior, Glamour e Veuve Clicquot, e l’opportunità di essere intervistata dai giornalisti di Glamour,  con tanto di foto a me e alla mia composizione, da postare sui maggiori social network.

E tra una spruzzata di assoluta di gelsomino ed una di vaniglia Bourbon, sono riuscita a realizzare la coroncina floreale qui sotto ed essere stata scelta per la grande Festa!

12080698_425573410969728_577271799_nAnche se abituata a girare tra le piante nei giardini ;-), devo dire che sono stata benissimo al mondano evento fra celebrities, beauty reporter, fashion blogger .
Sicuramente non mi sono annoiata, anzi. Tra cocktail buonissimi ispirati ai nomi della Maison, selfie, giochi interattivi e una seduta -immancabile- con i bravi make-up artist Dior per indossare il nuovo Dior Addict lipstick mi sono divertita!
Ma digitate  #shinedontbeshy  e sarete catapultate dentro nella festa.Betti_Calani_#DressYourTalent promossa da Glamour e Dior 0132 (13)_A

Foto e video delle nostre composizioni ad Orticolario 2015

La fastidiosa pioggia di venerdì ci ha costretti a cambiare l’abituale postazione davanti alla Villa Antica giù al lago con l’interno del padiglione centrale.
Non male però, situati in punto di passaggio abbiamo lavorato ugualmente bene, davanti ad un pubblico attento e numeroso!20151003_Orticolario_2015 (77)_Noi un gruppo assortito di fioristi composto da floral designer, fioristi, allieve, da Mariella del Garden Club di Monza e da me ce l’abbiamo messa tutta per dimostrarvi che cosa si può fare con i fiori e non solo. 20151003_Orticolario_2015 (71)_Una quantità esagerata di fiori, foglie, molte bacche, rami, zucche, melanzane, frutta e tantissime ortensie era a nostra disposizione per dar sfogo alla creatività! Grazie!

Abbiamo realizzato composizioni floreali per tutti i gusti:
verdure ripiene di fiori, mazzi super elaborati, sculture fiorite, coroncine e insoliti centrotavola.

Come sempre mi sono divertita, ho fatto nuove amicizie e mentre confezionavo una coroncina o un centrotavola guardavo i grandi per capire ed imparare tecniche nuove.
Grazie di cuore ad Orticolario per avermi invitata!

Le mie coroncine nel prossimo post

Oltre alle foto anche un video. Abbiate pazienza per la qualità del video l’ho realizzato io (?) e con il telefono.