#fioridivenerdì- – – – – – – – coroncina di fiori pronta da spedire

Ho sempre amato realizzare le coroncine e probabilmente vi ho contagiato, ora le richieste arrivano da molti luoghi e io mi sono organizzata con le spedizioni.Sempre più spesso le ragazze mi chiedono la coroncina di fiori per il giorno della loro laurea.Non vogliono la classica corona di alloro che trovano impersonale, spesso troppo grande -è vero- , ma amano personalizzarla con piccoli fiori colorati.
Quasi sempre sono il rosa ed il bianco tranne la coroncina di mia figlia …che ha voluto esagerare 😉

Auguri Tatiana!

 occorrente:
cm 60 di filo di ferro non troppo spesso
filo di ferro da fiorista
spoletta di filo di ferro
guttaperca
fiori
pinza
forbici
nastri

Aiutandovi con la pinza formate due asole all’estremità del filo di ferro, servirà a far passare il nastro per legare la coroncina. Recidete i gambi dei fiori della stessa lunghezza, pari a cm. 3/4, divideteli per tipo e disponeteli sul tavolo da lavoro. Gambate fiori e foglie con il filo di ferro fine e rigido,  coprite avvolgendo la guttaperca.

Ora tutto è pronto per formare la coroncina. Legate aiutandovi con la spoletta i vari fiori al filo di ferro, secondo la vostra fantasia. Ogni 6/7 centimetri di coroncina, inserite la foglia di alloro che terrete però sul dietro della stessa. Continuate in questo modo per tutta la lunghezza del filo. Così facendo utilizzerete l’alloro senza che lo vedano e nasconderete il filo di ferro. Qualche foglia scapperà tra i fiori …ma un po’ di verde sta bene!

Annunci

#fioridivenerdì – – – – festeggiare la laurea sul terrazzo di casa

Ad aprile – anche se ancora le giornate non sono propriamente calde – si ha il desiderio di uscire di casa. 20150421_fioriture_di_aprile (3)_1E’ sufficiente un pochino di sole per sognare di pranzare all’aperto, di organizzare una festicciola, un party o anche un Graduation Party.20160326_coroncina_laurea_Benedetta (38)_1

Perché non organizzare per i vostri figli una festa di laurea sul terrazzo di casa?
Vedrete: non ve ne pentirete.

Iniziate -per chi ancora non lo avesse fatto- con la pulizia dei vasi. Togliete il secco dalle piante, eliminate i fiori appassiti, potate dove è necessario, ad esempio le aromatiche. Sarchiate un po’ la terra ed aggiungetene di nuova.

In un angolo fate una composizione con dei vasi. Riempiteli con del terriccio e seminateci in ognuno un quarto di una bustina di fiori annuali come Cosmos, Centaurea, Achillea. Serviranno ad avere fioriture estive. Nel frattempo che i fiori crescano, i vasi potranno servire da appoggio per le lanterne.
Nel più piccolo invece piantateci dei dianthus, garofanini, aiuteranno a rendere il balcone fiorito, romantico e profumato! Una volta sistemate le piante pensate ad arredare il vostro spazio all’aperto.

Un valido aiuto lo potete trovare consultando le proposte che Dalani ci propone per arredare il balcone di primavera. Tanti stili, almeno 5, per accontentare ogni vostra esigenza. Con qualche piccolo accorgimento trasformerete il vostro balcone in un’oasi felice dove passare il vostro momento di relax. Sentirsi bene a casa propria è importante!

Le scalette -che tanto ci piacciono – potranno trasformarsi in etagère dove poter posare le pietanze, i piatti e i bicchieri

i tavoli da appoggio non bastano mai, ed ecco due soluzioni valide che occupano poco spazio anche quando non ci servono

ed infine cesti in metallo dal gusto shabby dove poter mettere posate e tovaglioli.

Come fare per acquistare questi prodotti oppure conoscerne altri? Basta registrarsi e partecipare alle offerte che Dalani presenta ogni giorno.

 

#fioridivenerdì- – – – – – – – coroncina di fiori fai da te

Come detto ieri qui ecco il tutorial di come fare la coroncina di fiori che ho realizzato per Benedetta. Insolita per coronare la testa di una neo laureata, ma perfetta per la sposa romantica e per la flower girl ovvero la damigellina della sposa

20160326_coroncina_laurea_Benedetta (40)_1

come si fa:
prendete il filo di ferro e formate l’anello della misura della circonferenza della testa più, qualche centimetro per la chiusura,
chiudete le due estremità, girandole su stesse aiutandovi con la pinza
recidete i gambi dei fiori tutta della stessa lunghezza, pari a cm. 4/5 ca.
divideteli per tipo e disponeteli sul tavolo da lavoro
20160326_coroncina_laurea_Benedetta (15)_1

a questo punto gambate le foglie e i fiori che poi nasconderete con la guttaperca

quando li avrete preparati tutti, iniziate secondo uno schema che avrete scelto, a realizzare la corona legando i fiori al fil di ferro sempre con l’aiuto della guttaperca.20160326_coroncina_laurea_Benedetta (28)_120160326_coroncina_laurea_Benedetta (57)_1

ed ecco che incorona la neo-laureata
20160323_laurea_Benedetta (64)_1

la coroncina della laurea

 ♥ ♥ ♥ che mi ha emozionato di più.

Mi sono emozionata a realizzarla ma ancor di più a posizionarla.
20160323_laurea_Benedetta (27)_120160323_laurea_Benedetta (19)

20160323_laurea_Benedetta (55)_1♥ ♥ ♥   
Vi aspetto domani per la rubrica #fioridivenerdi’ con il tutorial di come realizzare la coroncina di fiori
♥ ♥ 

una corona d’alloro per Martina

Con il mese di luglio si è entrati nel periodo delle lauree.
E’ tornata la consuetudine di celebrare questo momento tanto atteso cingendosi il capo d’alloro.corona_17

La corona di alloro , nell’antica Roma, era un ornamento di forma circolare fatto con ramoscelli di alloro, Lauro nobilis, che veniva posto sul capo dei poeti e dei generali vittoriosi.
Ancora oggi i  neo-laureati utilizzano questo fregio per festeggiare il loro traguardo.

Anche il colore ha la sua importanza: di solito si usa il rosso. Per il nastro della corona, per i confetti, per i fiori del mazzo floreale.
Ma non tutti sanno che i colori variano a seconda delle facoltà e che sono tuttora, in tutte le università italiane, un simbolo della facoltà stessa. Inizialmente la facoltà era contraddistinta dal colore della feluca, il tipico copricapo a forma vagamente triangolare, emblema dei goliardi, limitandosi però ai cinque colori delle facoltà più antiche: blu, rosso, verde, bianco, nero.

002modificata

occorrente:
rametti di Lauro nobilis (alloro) lunghi circa 15 centimetri
filo di ferro da fiorista
nastro rosso 1 metro ca.
guttaperca

Ho realizzato la corona per Martina in modo semplificato ed originale. Al nastro rosso con l’aiuto del filo di ferro, ho fissato i rametti di lauro mettendoli tutti nella stessa direzione. Ricordate di lasciare all’inizio e alla fine un po’ di nastro per fare il fiocco. Quindi iniziate dopo e finite prima della lunghezza del nastro.
La guttaperca servirà per nascondere il fil di ferro. In questo modo si possono realizzare corone di misura standard che andranno bene a tutti i neo-laureati.

Semplice perché ho utilizzato il nastro al posto del classico ring 
Originale perché ho inserito il colore, in questo caso il rosso, senza esagerare 

corona d'alloro“Dalla parola laurĕa deriva il significato moderno di “laurea” (titolo di studio), e il “laureato” (in latino laurĕātus) è appunto colui che porta la corona di alloro, come i dotti e i poeti”

corona Martina con scritta